Sondaggio pre-incoronazione, il sostegno britannico alla corona è ai minimi storici

King Charles and Queen Camilla pictured last year in Windsor
King Charles and Queen Camilla pictured last year in Windsor Diritti d'autore Copyright WPA Rota
Diritti d'autore Copyright WPA Rota
Di Saskia O'Donoghue
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Un recente sondaggio condotto dal National Center for Social Research mostra che il sostegno alla monarchia è ai minimi storici

PUBBLICITÀ

A poco più di una settimana dall**'incoronazione di re Carlo**, un nuovo sondaggio ha rivelato che solo tre britannici su 10 pensano che la loro monarchia sia "molto importante", la percentuale più bassa mai registrata.

Il sondaggio, condotto dal Centro nazionale per la ricerca sociale (NatCen), ha mostrato che il sostegno pubblico alla monarchia è ai minimi storici, con il 45% degli intervistati che afferma che dovrebbe essere abolita, non è molto importante o per niente importante. .

Quella cifra era del 35% tra gli intervistati a un sondaggio simile nel 2022, l'anno del giubileo di platino della defunta regina Elisabetta.

I dati di NatCen si basano su 6.638 interviste e si aggiungono a 40 anni di informazioni raccolte per il sondaggio annuale British Social Attitudes. 

Il numero di persone che affermano che la monarchia è "molto importante" è sceso al 29% dal 38% dell'anno scorso: in effetti, il numero di coloro che hanno risposto "molto importante" è al livello più basso da quando è iniziata la raccolta dei dati nel 1983, riflettendo una tendenza significativa al calo del sostegno alla monarchia britannica.

Il 2022 è stato un anno eccezionale per l'approvazione reale, grazie a un aumento di popolarità che la famiglia tende a ricevere durante eventi importanti come giubilei, nascite o matrimoni.

Copyright The AP
King Charles and Queen Camilla, pictured here on 9 April, will be crowned together on 6 May in London-Copyright The AP

È un risultato preoccupante per il futuro re Carlo e sua moglie Camilla in vista della loro incoronazione congiunta all'Abbazia di Westminster a Londra, sabato prossimo (6 maggio).

Guy Goodwin, amministratore delegato di NatCen, ha spiegato: “Mentre stiamo osservando una tendenza al ribasso nel sostegno alla monarchia, è chiaro dai dati che importanti eventi e celebrazioni nazionali, come giubilei, matrimoni e nascite, hanno un chiaro e effetto positivo sulle opinioni della società nei confronti della monarchia”.

Sebbene sembri che gli atteggiamenti siano cambiati su tutta la linea, un gruppo di intervistati è rimasto fermo nelle proprie opinioni: un quarto degli intervistati ha affermato che la monarchia "non era affatto importante / dovrebbe essere abolita", e quella percentuale è rimasta invariato dal 2021.

Anche l'età sembra essere un fattore nelle opinioni sulla famiglia reale: solo il 12% dei giovani tra i 18 ei 34 anni considera la monarchia "molto importante", rispetto al 42% di quelli di età pari o superiore a 55 anni.

Goodwin afferma che si tratta di una tendenza preoccupante: "La sfida per il futuro sarà che la monarchia fornisca la sua rilevanza e faccia appello a una generazione più giovane per mantenere questo sostegno".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Incoronazione, la grande attesa a Londra è cominciata

Un gruppo anti-monarchico accusa la BBC di mancanza di imparzialità

Portogallo: a 50 anni dalla Rivoluzione dei Garofani le foto di Alfredo Cunha raccontano la storia