Due carrozze da sogno per l'incoronazione di Re Carlo e Camilla

La carrozza dell'incoronazione
La carrozza dell'incoronazione Diritti d'autore AP Photo
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tra carrozze lussuose e dissapori in famiglia si avvicina a grandi passi la data dell'incoronazione di Re Carlo III e della moglie Camilla.

PUBBLICITÀ

Dopo il grande lutto collettivo per la morte di Elisabetta II, comincia il conto alla rovescia verso la cerimonia di incoronazione di re Carlo III. Fervono i preparativi per la sontuosa celebrazione, una nuova pagina della monarchia del Regno Unito.

Le carrozze reali

Il prossimo 6 maggio Re Carlo e la Regina Camilla vivranno la loro giornata storica a  bordo di due carrozze.

La prima, quella che utilizzereanno per recarsi a Westminster, dove si svolgerà l'incoronazione, è la Diamond Jubille State Coach, inaugurata nel 2014 per i festeggiamenti dell'80° compleanno della Regina Elisabetta II.

Per il bagno di folla post cerimonia, Carlo e Camilla viaggeranno sulla tradizionale Gold State Coach.

Sally Goodsir, curatrice delle arti decorative della Royal Collection Trust racconta i dettagli:

"Questa carrozza sarà il fulcro della sfilata, molto più ampia e lunga, dal parco dell'Abbazia di Westminster a Buckingham Palace il giorno dell'incoronazione. La carrozza è enorme. Lo si può capire dalle proporzioni del mio corpo. È alta quasi quattro metri. È lunga più di sette metri. Pesa quattro tonnellate. Per questo motivo, può essere utilizzata solo a passo d'uomo, il che rende ancora più maestosa l'imponenza di questo grande corteo reale".

I capricci dei Sussex

Intanto, a margine (ma neanche tanto) , tiene banco la questione legata alle trattative per la partecipazione all'evento reale di Harry e Meghan, invitati ufficialmente nonostante il fango gettato sulla famiglia dalle memorie e le interviste rilasciate dai duchi di Sussex e i rapporti ormai ridotti al lumicino.  Ma la data del 3 aprile, indicata tassativamente per la conferma, è stata disattesa e tra i corridoi del palazzo non si parla d'altro che della trattativa economica in corso per incentivare la partecipazione del secondo genito e della moglie che saranno comunque esclusi da momenti riservati ai membri attivi della famiglia reale.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

I paramenti reali che Carlo III indosserà all'incoronazione

Il viaggio della regina Camilla sotto i riflettori reali, da rovinafamiglie a Sua Maestà

Un gruppo anti-monarchico accusa la BBC di mancanza di imparzialità