Valencia, retrospettiva su Fernando Botero. Una mostra fatta di sensualità e malinconia

Scultura di Fernando Botero
Scultura di Fernando Botero Diritti d'autore euronews
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La personale su Botero rimarrà aperta al pubblico fino al 3 settembre presso la sede della Fondazione Bancaja

PUBBLICITÀ

“Sensualità e malinconia”. A Valencia è di scena una retrospettiva su celebre artista colombiano Fernando Botero. In mostra 45 opere che ripercorrono i 70 anni della sua carriera artistica, dalle sculture degli anni '60 agli acquerelli realizzati nel 2022. I pezzi provengono da collezioni private, alcuni mai esposti prima. Altre sono capolavori provenienti da gallerie e musei. 

"Abbiamo voluto fare una selezione di opere in modo che il visitatore possa riuscire ad immergersi nel mondo di Botero”, ha spiegato Marisa Oropesa, curatrice della mostra. “Abbiamo puntato su quelli che erano i temi che più lo hanno affascinato nella vita, come l'universo femminile. Il Plain air, che credo sia fondamentale per lui. E poi ci sono quadri con le nature morte con quelle brocche sproporzionate che ha sempre amato.”

Fernando Botero, 90 anni, è uno delle icone della pittura e scultura universale del XX secolo e il più importante pittore latinoamericano vivente. Il suo stile è talmente personale e riconoscibile che un critico americano ha coniato il termine "Boterismo".

Opere dai colori ricchi e intensi e decorate con sottili dettagli di ironia, in ognuna l’artista latinoamericano ti permette di ammirare un gran numero di lavori in un unico luogo. La personale su Botero rimarrà aperta al pubblico fino al 3 settembre presso la sede della Fondazione Bancaja di Valencia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Quando l'impressione è diventata arte: ecco la mostra al museo d'Orsay di Parigi

World Nature Photography Awards 2024: guarda le foto premiate

Ecco le 12 mostre d'arte da non perdere questa primavera in Europa