EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Cosa ci sarà di diverso nel nuovo dimezzamento del Bitcoin

Il nervosismo per il rischio ha portato le persone a rinunciare a investimenti come le criptovalute.
Il nervosismo per il rischio ha portato le persone a rinunciare a investimenti come le criptovalute. Diritti d'autore Kin Cheung/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Kin Cheung/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
Di Indrabati Lahiri
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

I prezzi dei Bitcoin di solito aumentano per diversi mesi dopo un evento di dimezzamento. Questa volta, però, il mercato si aspetta che il cosiddetto halving sia diverso

PUBBLICITÀ

Il quarto evento di dimezzamento, anche detto halving, del Bitcoin è quasi alle porte e, se la storia è indicativa, è probabile che la criptovaluta subisca un'impennata dopo il dimezzamento.

Il dimezzamento del Bitcoin è un evento che si verifica all'incirca ogni quattro anni e che vede il numero di bitcoin rilasciati come ricompense di estrazione diminuire del 50%. Attualmente la ricompensa del Bitcoin è di 6,25 BTC. Tuttavia, dopo il quarto dimezzamento, la ricompensa scenderà a 3,125 BTC.

Di conseguenza, la quantità di Bitcoin in circolazione diventa ancora più scarsa, provocando un'impennata della domanda tra gli investitori. Ciò è dovuto principalmente al fatto che il Bitcoin ha un'offerta finita, con un massimo di 21 milioni di monete in circolazione per sempre.

Finora ci sono stati tre dimezzamenti del Bitcoin e il prossimo è previsto per il 19 o 20 aprile. L'ultimo halving del Bitcoin è avvenuto l'11 maggio 2020, mentre i precedenti sono stati il 9 luglio 2016 e il 28 novembre 2012.

Questi dimezzamenti sono pre-programmati nel software della blockchain di Bitcoin e di solito avvengono una volta ogni 210.000 blocchi estratti. A causa dell'incertezza sul tempo necessario per estrarre i prossimi 210.000 blocchi, dopo il precedente evento di dimezzamento del Bitcoin, è molto difficile prevedere la prossima data esatta.

Tuttavia, è possibile fare una stima approssimativa basandosi sul tempo medio che di solito si impiega per estrarre un blocco. Attualmente, ci vogliono in media 10 minuti per estrarre un blocco di Bitcoin, con 834.327 blocchi già estratti al 17 aprile.

Un rapporto di Bitfinex pubblicato il 15 aprile suggerisce che gli investitori potrebbero acquistare ora più Bitcoin in previsione di un'impennata del valore della criptovaluta nei prossimi mesi.

Investors are also moving towards gold and other precious metals
Investors are also moving towards gold and other precious metalsTed Shaffrey/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.

"Con l'avvicinarsi del dimezzamento del Bitcoin - previsto per sabato 20 aprile - la scorsa settimana la quantità di BTC in uscita dagli scambi ha raggiunto il punto più alto dal gennaio 2023. Contemporaneamente, l'offerta inattiva da oltre un anno, ovvero il numero totale di BTC che non sono stati movimentati da oltre 365 giorni, è crollata. Ciò implica che il mercato si trova a un punto di inflessione importante.

Venerdì 12 aprile, la quantità netta di BTC che ha lasciato le borse centralizzate (CEX) è stata di 6.767 BTC, il più alto deflusso giornaliero dal gennaio 2023. Questa tendenza suggerisce che gli investitori si stanno rifornendo di BTC e stanno spostando le loro proprietà in un deposito freddo in previsione di un potenziale aumento dei prezzi dopo l'halving.

Le azioni attuali dei detentori di Bitcoin rispecchiano quelle viste nel dicembre 2020, poco prima di un aumento significativo del mercato dei Bitcoin. Questo schema suggerisce che potremmo entrare in una fase di crescita simile.

"Nell'ultimo mese, abbiamo visto i detentori a lungo termine (LTH), investitori che hanno detenuto i loro BTC per più di 155 giorni, vendere attivamente le loro monete a un ritmo di circa 16.800 BTC al giorno".

Il Bitcoin subirà un'impennata anche dopo il dimezzamento del 2024?

In genere, i prezzi del Bitcoin continuano a salire per alcuni mesi dopo un mese di dimezzamento, aumentando in media per sette mesi. Tuttavia, questo rally è visto anche come un segnale premonitore di quello che sarà inevitabilmente un crollo o una flessione del mercato, a causa di un certo numero di investitori, soprattutto quelli a lungo termine, che vendono le loro partecipazioni in Bitcoin e incassano i guadagni successivi al dimezzamento.

D'altra parte, gli analisti si aspettano che i movimenti del prezzo del Bitcoin siano leggermente diversi dopo l'imminente halving, dato che il Bitcoin ha già registrato notevoli impennate e persino nuovi massimi storici prima del dimezzamento stesso. Pertanto, l'intero ciclo dei prezzi che di solito circonda questo evento sembra essere molto più compresso.

Brett Hillis, partner di Reed Smith, ha dichiarato in una nota inviata via e-mail: "Il dimezzamento di questo ciclo è unico. Storicamente, il dimezzamento ha determinato un aumento significativo dei prezzi, ma questa volta il Bitcoin non è già lontano dai livelli record".

"È difficile dire se questo possa limitare l'aumento del prezzo, ma potrebbe esserci una certa volatilità. In tali circostanze, potremmo assistere a una crescita significativa delle controversie all'interno dell'ecosistema delle criptovalute", continua Hillis.

L'approvazione da parte della SEC degli ETF spot su Bitcoin ha dato una spinta al mercato già a gennaio, e la recente approvazione dell'ETF a Hong Kong ha spinto i valori ancora più in alto. Le approvazioni regolamentari per i prodotti d'investimento basati sul Bitcoin consentono investimenti retail regolamentati in questa classe di attivi, che possono attenuare la volatilità a cui tendiamo ad assistere.

"Mentre le approvazioni degli ETF negli Stati Uniti e a Hong Kong consentono l'investimento retail regolamentato nell'asset class utilizzando questa struttura, i mercati dell'Ue hanno dovuto seguire una strada diversa. Le imprese dell'Ue sono limitate dal regime UCITS, che limita gli investimenti in ETF a vari tipi di investimenti tradizionali, il che significa che un ETF Bitcoin non è possibile in base all'attuale regime normativo.

"L'assenza di un regime normativo che consenta gli ETF sul Bitcoin ha portato il mercato dell'Ue in un'altra direzione, ovvero la quotazione di vari exchange-traded notes di asset digitali".

PUBBLICITÀ

Perché i prezzi potrebbero non salire questa volta

Un altro motivo fondamentale per cui questo dimezzamento del Bitcoin potrebbe non provocare un'impennata dei prezzi come l'ultimo dimezzamento del 2020, è dovuto al fatto che la Federal Reserve degli Stati Uniti aveva allora una politica monetaria notevolmente rilassata. Ciò significa che all'epoca i tassi di interesse erano relativamente bassi.

Negli ultimi mesi, tuttavia, la situazione è notevolmente cambiata: la Federal Reserve statunitense ha aumentato i tassi d'interesse per contrastare l'elevata inflazione. L'aumento dei tassi d'interesse ha fatto aumentare l'interesse per i Treasury statunitensi e per altri beni e investimenti che pagano interessi.

A sua volta, questo ha portato le persone a rinunciare agli asset più rischiosi come il Bitcoin e le altre criptovalute. Sebbene siano aumentati i segnali di un taglio dei tassi da parte della Fed statunitense nei prossimi mesi, non è ancora chiaro quando ciò avverrà.

Pertanto, gli investitori potrebbero essere ancora cauti nell'investire in Bitcoin prima che i tassi vengano tagliati. Un altro fattore importante per questa esitazione è che il costo della vita è ancora alle stelle in diverse parti del mondo, lasciando un certo numero di investitori in difficoltà nel permettersi beni di prima necessità e mutui, erodendo in modo significativo il reddito disponibile.

In questo caso, quando i consumatori investono, oltre agli asset fruttiferi, possono orientarsi verso coperture contro l'inflazione come l'oro e altri metalli preziosi.

PUBBLICITÀ

Sebbene il Bitcoin sia di gran lunga la criptovaluta più conosciuta, è anche una delle più costose su cui investire, a causa della sua crescente popolarità, il che potrebbe rappresentare un ulteriore ostacolo per i nuovi investitori che vogliono assicurarsi una fetta della torta.

Il Bitcoin ha visto crescere la concorrenza di altre criptovalute come Ethereum, Tether, XRP e Binance Coin, per citarne alcune. Queste criptovalute non solo sono molto più economiche da investire, ma a volte vantano anche caratteristiche migliori del Bitcoin, come una maggiore privacy, migliori funzionalità di smart contract e tempi di transazione più rapidi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Pagare le tasse in criptovalute sarà possibile in Europa?

Nuovo record per il prezzo del cacao: finirà il cioccolato?

2023: l'anno delle bancarotte, ecco le aziende fallite