EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Elezioni Regno Unito: il costo della vita elevato e la crisi abitativa pesano sul voto

Manifestazione nel Regno Unito
Manifestazione nel Regno Unito Diritti d'autore Jon Super/Jon Super
Diritti d'autore Jon Super/Jon Super
Di euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il costo ancora altissimo della vita e il mercato immobiliare tra i più inaccessibili al mondo pesano sul voto del 4 luglio. Il Regno Unito ha la media di abitazioni pro capite più bassa dell'Ocse, i Labour promettono di costruire 1,5 milioni di case in 5 anni

PUBBLICITÀ

Kensington e Bayswater sono tra le zone più ricche del Regno Unito. Ma sono anche quelle in cui il divario sociale è più marcato.

In questi quartieri nel sud di Londra, palazzi di lusso si affacciano su alcune delle strade tra le più ricche del mondo. Tuttavia, camminando verso nord, le case raffinate confinano con quartieri residenziali densamente popolati.

Il profondo divario sociale si traduce spesso in elezioni molto combattute. Il distretto elettorale, ridisegnato per includere Bayswater come parte della revisione dei confini dello scorso anno, è stato tra i più contesi nel Paese: alle elezioni del 2019 i conservatori hanno superato i laburisti di soli 150 voti.

I residenti di tutte le parti della circoscrizione hanno dichiarato a Euronews che, a prescindere da chi avrà le chiavi di Downing Street dopo le elezioni generali di giovedì, dovranno fare di più per affrontare la cronica carenza di alloggi, lo sfaldamento dei servizi pubblici e la sensazione che i lavoratori e la classe media stiano generalmente peggio di prima.

"Molte persone sono state private di molte cose. Non c'è mai stato un numero maggiore di senzatetto per strada e credo che nessuno ci faccia caso", ha dichiarato Peter Adams, un operaio edile che vive nella zona da 40 anni.

"Quando si guarda ai permessi di costruzione per le case, e alla burocrazia della pianificazione, Londra è paralizzata", ha spiegato Adams, "e dobbiamo cercare di costruire per il futuro".

Adam Ross, un venditore che vive dietro l'angolo di Hyde Park, a Kensington, la pensa allo stesso modo: "Dobbiamo costruire più case. Abbiamo bisogno di trasporti migliori. Dobbiamo costruire davvero e far crescere di nuovo l'economia".

Un'impiegata di 32 anni, che ha preferito non essere nominata, ha detto di sentirsi schiacciata dai prezzi esorbitanti degli affitti e dall'alto costo della vita a Londra. "Tutto è più caro, tutto. Anche per me, che ho uno stipendio stabile, la fine del mese è dura", ha detto.

Sulle elezioni in Regno Unito pesa il costo della vita altissimo

Kensington non è rappresentativa delle diverse realtà delle quattro nazioni del Regno Unito. Ma in tutti gli angoli del Paese c'è la sensazione generale che i governi recenti non abbiano fatto abbastanza per attutire l'impatto di una crisi del costo della vita.

Nel Regno Unito, il Pil è sceso rispettivamente dello 0,1 per cento e dello 0,3 per cento negli ultimi due trimestri del 2023. Ma la recessione è stata di breve durata e l'economia sta ora mostrando segni di ripresa. Il Pil è aumentato dello 0,6 nel primo trimestre di quest'anno e l'inflazione è scesa al target del 2 per cento fissato dalla Banca d'Inghilterra a maggio.

Ma con l'inflazione dei generi alimentari ancora alta, molti di coloro il cui reddito è rimasto invariato continuano a sentirsi schiacciati.

Secondo l'associazione Trussell Trust, negli ultimi cinque anni il numero di persone che ha fatto ricorso alle banche alimentari nel Regno Unito è aumentato del 94 per cento.

Secondo le previsioni, alle elezioni generali di giovedì i laburisti otterranno un risultato sbalorditivo dopo 14 anni passati sui banchi dell'opposizione. Per Peter Adams, si tratta di un cambiamento di cui c'è estremo bisogno.

"Penso che il partito più capace di cambiare sia il Labour. Capiscono i bisogni della gente", ha detto. "Bisogna capire le esigenze della gente, soprattutto dei lavoratori. E credo che non siano stati capiti, non siano stati ascoltati abbastanza".

I laburisti e il loro leader Keir Starmer promettono di "creare ricchezza" per la classe operaia e un "New Deal" per i lavoratori che preveda il divieto dei contatti a zero ore e della pratica del licenziamento e riassunzione, nonché un salario di sussistenza che tenga conto dell'elevato costo della vita.

PUBBLICITÀ

Il partito sostiene che, se il conservatore Rishi Sunak sarà confermato primo ministro, la famiglia media britannica sarà relativamente più povera di 5883 sterline nel prossimo mandato.

In risposta, Sunak ha accusato il suo avversario di aver messo insieme un "manifesto in stile Jeremy Corbyn", gettando "tutto nel calderone" senza spiegare come i piani sarebbero stati finanziati. Ha ripetutamente avvertito che l'aumento delle tasse sarà inevitabile sotto Starmer, affermando che il Labour "manderà in bancarotta ogni generazione".

Nel Regno Unito manca più di un milione di case

Entrambi i leader hanno riconosciuto l'enorme sfida che il Regno Unito deve affrontare per garantire l'accesso agli alloggi.

Il Regno Unito è al di sotto della media delle altre nazioni europee in termini di abitazioni pro capite. In Inghilterra, il numero di case è di 434 ogni 1000 abitanti, al di sotto della media Ocse di 487, rispetto ai 590 della Francia e alle 587 dell'Italia.

PUBBLICITÀ

Solo in Inghilterra, più di 1,2 milioni di persone sono in lista d'attesa per una casa popolare. La cifra sfiora gli 1,5 milioni se si considerano le quattro nazioni.

I conservatori si sono impegnati a costruire 1,6 milioni di nuovi alloggi nel prossimo mandato. I laburisti puntano a 1,5 milioni di nuove case entro cinque anni di governo.

Anche la qualità degli alloggi è una sfida enorme: si stima che il 14 per cento delle famiglie viva in una casa che non soddisfa lo standard "Decent Homes", abitazione decente.

La tragica morte di Awaab Ishak, un bambino di due anni, a causa di una patologia respiratoria causata dalla muffa presente nella sua casa di Rochdale, nel 2020, ha portato alla luce il grave impatto della scarsa qualità delle case popolari in tutto il Paese.

PUBBLICITÀ
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni nel Regno Unito: i laburisti puntano a una vittoria storica

Una vittoria dei laburisti potrebbe avvicinare il Regno Unito all'Ue?

Regno Unito-Ue: Starmer si dice pronto a ripristinare le relazioni con Bruxelles