EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Judo, l'azero Heydarov è campione del mondo

Alcuni degli atleti premiati nella seconda giornata dei Campionati del mondo di judo, tra i quali figura l'azero Heydarov
Alcuni degli atleti premiati nella seconda giornata dei Campionati del mondo di judo, tra i quali figura l'azero Heydarov Diritti d'autore IJF/Kulumbegashvili Tamara
Diritti d'autore IJF/Kulumbegashvili Tamara
Di Andrea Barolini
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Seconda giornata dei Campionati del mondo di judo ad Abu Dhabi. Sul gradino più alto del podio Heydarov, Tanaka e Huh

PUBBLICITÀ

Da domenica gli occhi di tutti gli appassionati di judo sono puntati su Abu Dhabi, dove vanno in scena i Campionati mondiali. All'interno dell'Arena Mubadala, nella seconda giornata delle competizioni si è assistito ad una serie di momenti che rimarranno impressi nelle menti dei judoka e degli spettatori. A partire dalla cerimonia di apertura, che ha raccontato la cultura degli Emirati Arabi Uniti, assieme ad un'esibizione di judo. La giornata è stata quindi aperta ufficialmente da Marius Vizer, presidente dell'IJF, e Naser Al Tamimi, segretario generale della Federazione di judo degli Emirati Arabi Uniti.

Tanaka Ryoma, numero 3 giapponese, ha affrontato nei -66 kg il suo compagno di squadra e numero 4 nipponico, Takeoka Takeshi, entrambi in grande forma. Alla fine è stato un raggiante Tanaka a trionfare, ma è l'intera nazione asiatica ad aver mostrato il proprio dominio nella categoria. Il CEO di Guardian Girls International, Shin Koyamada, ha consegnato le medaglie. "È il mio primo Campionato del mondo, ho dato il massimo e non vedo l'ora di avere il numero rosso sulla schiena, segno che sono il campione mondiale", ha commentato il judoka giapponese.

Il pubblico presente aspettava, tra le tante stelle, quella di Christa Deguchi. La campionessa del mondo in carica è arrivata in finale nei -57 kg senza difficoltà, decisa a conservare il numero rosso. Si è però dovuta arrendere all'astro nascente della Corea del Sud, Huh Mimi, che è riuscita a prevalere grazie alle tecniche di caduta. Si è trattato di una finale estenuante, decisa all'ultimo respiro, per la gioia della judoka coreana, che ha ricevuto la medaglia d'oro dall'ambasciatore dell'IJF Albano Carrisi. "Desideravo vincere l'oro questa volta, e mi sento davvero benissimo", ha dichiarato Huh.

Il plurimedagliato Hidayat Heydarov era qui soltanto per l'oro. Ma il giapponese Tatsuki Ishihara è apparso in ottima forma nei -73 kg, mostrando il tipico judo dinamico giapponese. Gli ultimi attimi sono stati di altissima tensione: a 15 secondi dalla fine, l'atleta azero ha ottenuto un ippon e si è laureato campione del mondo. 

Un'enorme sospiro di sollievo e soprattutto una grande gioria per aver finalmente conquistato il primo posto per il suo Paese. Il segretario generale del Comitato olimpico nazionale dell'Azerbaigian, Azer ALIYEV, ha consegnato le medaglie. "Questo rimarrà come uno dei momenti più belli della mia vita - ha affermato Heydarov -. Ad Abu Dhabi ho fatto la storia. Ma ne è rimasta un'altra di storia, e a Parigi spero di scriverla".

Ad Abu Dhabi, intanto, ci attendono altri quattro giorni dell'emozionante Campionato del mondo di judo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Giuffrida colora l'arena di Abu Dhabi di azzurro: perfetto inizio per i Campionati del mondo di judo

Judo, il Giappone brilla ad Astana. Dicko inarrestabile

Judo, Manuel Lombardo medaglia d'oro al Grand Slam di Astana