EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Judo, il Giappone brilla ad Astana. Dicko inarrestabile

Alcuni degli atleti premiati nell'ultima giornata del Grand Slam di Astana
Alcuni degli atleti premiati nell'ultima giornata del Grand Slam di Astana Diritti d'autore IJF
Diritti d'autore IJF
Di Andrea Barolini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Gli atleti giapponesi escono a testa alta dal Grand Slam di Astana. La francese Romane Dicko si conferma la judoka da battere nella sua categoria

PUBBLICITÀ

L'ultima giornata del Qazaqstan Barysy Grand Slam di Astana ha visto i pesi massimi salire sui   tatami dello Zhaksylyk Ushkempirov Martial Arts Palace, alla ricerca di punti preziosi per la classifica e per la qualificazione ai campionati mondiali e alle Olimpiadi. Ancora una volta i tifosi hanno riempito gli spalti per ammirare dal vivo i migliori judoka del mondo.

Nei -90 kg, Yahor VARAPAYEU ha affrontato l'argento olimpico Eduard TRIPPEL. L'atleta neutrale si è assicurato non soltanto l'oro ma anche la sua prima medaglia nel Grand Slam dal 2018. Il vicepresidente della Federazione di judo del Kazakistan, Saken MUSSAIBEKOV, ha consegnato le medaglie.

Nella finale dei -78 kg, l'argento mondiale Zhenzhao MA ha affrontato l'emergente tedesca Anna Monta OLEK. Entrambe le atlete erano sicure di avere in tasca la vittoria ma alla fine l'oro è andato all'atleta cinese, che è tornata per la prima volta dal 2022 sul gradino più alto del podio di un Grande Slam. La medaglia le è stata consegnata dal direttore didattico e tecnico dell'IJF, Mohammed MERIDJA.

Un judoka attesissimo è stato il campione olimpico Aaron WOLF. Nei -100 kg ha affrontato il dinamico Daniel EICH. Dopo una serie di tentativi, il giapponese ha sfoggiato il suo marchio di fabbrica: un uchi-mata per confermare la sua volontà di difendere il titolo olimpico a Parigi. Le medaglie sono state consegnate dal campione del mondo Maksim RAKOV. "Il judo è molto popolare in Kazakistan e sono stato felice di poter gareggiare in un'atmosfera così vivace", ha commentato Wolf.

Il terzo giorno del Grand Slam è stato un susseguirsi di stelle: l'ex campionessa del mondo e regina nei +78 kg Romane DICKO ha superato la cinese Su YIN, confermandosi l'atleta da battere nella sua categoria. Grazie ad una sottomissione ha potuto avere la meglio sulla sua avversaria. La medaglia le è stata consegnata dal direttore sportivo dell'IJF, Skander HACHICHA. "È stato molto bello, perché ho sentito gli spettatori gridare 'Dicko, Dicko'. In realtà hanno pronunciato 'Disco', ma va bene così. Anche i bambini facevano il tifo, è stato davvero bello e penso che il Grand Slam sia piaciuto a tutti. Per me è stata la prima volta, ma non sarà l'ultima".

Nei +100 kg Saito TATSURU ha affrontato il tagiko Temur RAKHIMOV. Il judoka nipponico è una delle promesse più interessanti tra i pesi massimi nel suo Paese, e si è mostrato in ottima forma a poche settimane dalle Olimpiadi. L'esultanza ha confermato quanto questa vittoria fosse importante per lui. La medaglia gli è stata consegnata dall'argento olimpico Askhat ZHITKEYEV.

Si è chiuso così il Grand Slam ospitato dal Kazakistan, ma per gli appassionati non ci sarà molto da aspettare: l'appuntamento è per la prossima settimana con i Campionati Mondiali, ad Abu Dhabi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo, Manuel Lombardo medaglia d'oro al Grand Slam di Astana

Le stelle del Judo ad Astana per la prima giornata del Grand Slam

Judo, due medaglie d'oro per l'Italia al Grand Slam di Dushambe