EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Ucraina, Biden firma il pacchetto di aiuti all'estero da 95 miliardi: "Armi già nelle prossime ore"

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden
Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden Diritti d'autore Evan Vucci/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Evan Vucci/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il pacchetto prevede oltre 60 miliardi per l'Ucraina, più di 26 per Israele, inclusi i finanziamenti per gli aiuti umanitari per Gaza, e più di 8 miliardi di dollari per Taiwan e la zona del Pacifico per contrastare la Cina

PUBBLICITÀ

Mancava solo la firma del presidente degli Stati Uniti Joe Biden per far entrare in vigore la legge che autorizza l'erogazione di 95 miliardi di dollari di aiuti a Ucraina, Israele e Taiwan, approvata martedì dal Senato dopo mesi di stallo ed estenuanti negoziati tra Democratici e Repubblicani che hanno minacciato il sostegno di Washington a Kiev nella sua lotta per respingere l'invasione russa. 

In un discorso pronunciato dalla Casa Bianca poco dopo aver firmato la legge, Biden ha parlato di un "buon giorno per la pace nel mondo". "Renderà l'America più sicura. Renderà il mondo più sicuro", ha dichiarato il presidente. Promettendo di “muoversi velocemente”, Biden ha detto che gli Stati Uniti inizieranno a spedire armi ed equipaggiamenti all'Ucraina nel giro di poche ore

“Mi sto assicurando che le spedizioni inizino subito. Nelle prossime ore, letteralmente in poche ore, inizieremo a inviare all'Ucraina attrezzature per la difesa aerea, l'artiglieria, i sistemi missilistici e i veicoli blindati. Questo pacchetto è letteralmente un investimento non solo per la sicurezza dell'Ucraina, ma anche per la sicurezza dell'Europa”, ha detto Biden.

La fine di mesi di stallo al Congresso

“È stato un percorso difficile”, ha proseguito. “Avrebbe dovuto essere più facile e avrebbe dovuto essere raggiunto prima. Ma alla fine abbiamo fatto quello che l'America fa sempre. Siamo stati all'altezza del momento, ci siamo uniti e l'abbiamo fatto”. 

La Casa Bianca ha inviato per la prima volta al Congresso la richiesta per il pacchetto di aiuti esteri in ottobre e i funzionari statunitensi hanno affermato che questi sei mesi di ritardo nell'approvazione hanno danneggiato l'Ucraina sul campo di battaglia, dove i soldati sono gravemente a corto di proiettili e munizioni. 

Per questo nel suo discorso Biden ha ammonito i Repubblicani più estremisti, che per mesi hanno fatto ostruzionismo nella speranza di ottenere in cambio del sì agli aiuti una legge più restrittiva sull'immigrazione al confine tra Messico e Usa

Nel tentativo di attirare il sostegno dei repubblicani, la legge include anche una disposizione che potrebbe comportare il divieto di TikTok a livello nazionale. La Camera ha anche aggiunto una clausola che obbliga il presidente a chiedere a Kiev il rimborso di circa 10 miliardi di dollari di assistenza economica sotto forma di “prestiti perdonabili”.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ringraziato Biden

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha espresso gratitudine al presidente Usa e ai legislatori per aver portato avanti il progetto di legge sulla sicurezza.

“Sono grato al presidente Biden, al Congresso e a tutti gli americani che riconoscono che dobbiamo tagliare il terreno sotto i piedi a Putin piuttosto che obbedirgli, poiché questo è l’unico modo per ridurre veramente le minacce alla libertà. Insieme possiamo garantirlo", ha scritto il leader ucraino su X. 

Gli aiuti arrivano in un momento precario per l'Ucraina, con l'esercito di Kiev sempre più in difficoltà nel respingere l'avanzata russa. Zelensky ha dichiarato che l'Ucraina ha bisogno di sistemi di difesa aerea e di “capacità a lungo raggio”.

Cosa prevede il pacchetto di aiuti da 95 miliardi a Ucraina, Israele e Taiwan

I 95 miliardi di dollari approvati in via definitiva dal Senato Usa destinati a Ucraina, Israele e Kiev sono così ripartiti.

Aiuti Usa all'ucraina

Il disegno di legge prevede 60,84 miliardi di dollari per affrontare il conflitto in Ucraina, in particolare:

23 miliardi di dollari per rifornire le armi, le scorte e le strutture statunitensi.

14 miliardi di dollari per l'Iniziativa di assistenza alla sicurezza in Ucraina, un programma di finanziamento guidato dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti che contribuisce alla formazione delle forze armate ucraine e fornisce attrezzature e iniziative di consulenza.

Un miliardo di dollari per finanziare le attuali operazioni militari statunitensi nella regione, migliorare le capacità delle forze armate ucraine e incrementare la collaborazione tra Kiev e Washington in materia di intelligence.

Otto miliardi di dollari in assistenza non militare, tra cui l'aiuto al governo ucraino per il pagamento degli stipendi.

Aiuti Usa a Israele

Israele riceverà 26,38 miliardi di dollari, di cui 9,1 per le esigenze umanitarie. In particolare, lo stanziamento prevede:

5,2 miliardi di dollari per il rifornimento e l'espansione del sistema di difesa missilistico di Israele.

PUBBLICITÀ

3,5 miliardi di dollari per l'acquisto di sistemi d'arma avanzati e un miliardo di dollari per migliorare la produzione di armi.

4,4 miliardi di dollari per altre forniture e servizi a Israele.

9,2 miliardi di dollari per scopi umanitari, anche nella Striscia di Gaza e nella Cisgiordania occupata.

Aiuti Usa a Taiwan

Il progetto di legge prevede che 8,12 miliardi di dollari siano destinati all'Asia-Pacifico, compresa Taiwan.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: Kiev ha usato missili a lungo raggio Atacms degli Stati Uniti

Ucraina, "presto aiuti dagli Usa" dice Biden inclusi gli Atacms: colpita torre tv di Kharkiv

Aiuti all'Ucraina, martedì il voto al Senato Usa. Mosca a Washington: "Sarà un altro Vietnam"