Asse Parigi-Praga per il sostegno comune all'Ucraina

Il presidente francese Macron a Praga: incontro con il presidente Pavel
Il presidente francese Macron a Praga: incontro con il presidente Pavel Diritti d'autore Petr David Josek/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In occasione della visita a Praga, il presidente francese Emmanuel Macron rinnova l'apertura per l'invio di truppe in Ucraina. "Serve lanciare un chiaro segnale a Mosca"

PUBBLICITÀ

Uniti nel sostegno alla lotta dell'Ucraina contro l'aggressione russa e pronti a cercare nuovi modi per aiutare Kiev.

Asse Francia-Repubblica Ceca solido, ma soprattutto saldo nel supporto anche militare alle forze ucraine.

In occasione della visita a Praga, il presidente francese Emmanuel Macron rinnova l'apertura per l'invio di truppe in Ucraina. "Serve lanciare un chiaro segnale a Mosca", ha detto.

"L'Ucraina, nonostante sia stata attaccata, è ancora un Paese sovrano e anche se una missione di addestramento dovesse operare sul suo territorio, ciò non costituirebbe una violazione di alcuna norma internazionale. Sta a noi decidere quale forma di assistenza scegliere per l'Ucraina. Se rimaniamo entro il limite dell'impegno non bellico" ha dichiara il presidente ceco Petr Pavel.

Pavel ha affermato che tutte le opzioni devono essere prese in considerazione, ma ha escluso il dispiegamento di truppe da combattimento in Ucraina.

Sul fronte giustizia, il Zelensky ha ringraziato martedì la Corte penale internazionale per aver emesso mandati di arresto per due alti ufficiali militari russi con l'accusa di aver attaccato infrastrutture civili in Ucraina.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: Zelensky da Scholz e Macron per firmare patti di sicurezza

Guerra in Ucraina, Putin: "Colpire impianti energetici per influenzare industria ucraina"

Ucraina: Approvata legge sulla mobilitazione, scompare clausola su congedo dopo 36 mesi al fronte