EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

"Voglio tornare a casa": ritrovato in Francia il ragazzino britannico scomparso 6 anni fa in Spagna

Un'immagine non datata di Alex Batty pubblicata giovedì dalla Greater Manchester Police.
Un'immagine non datata di Alex Batty pubblicata giovedì dalla Greater Manchester Police. Diritti d'autore Greater Manchester Police
Diritti d'autore Greater Manchester Police
Di Euronews, AFP
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Alex Batty, oggi 17enne, era scomparso dal 2017, quando era sparito durante un viaggio in Spagna con la madre e il nonno.

PUBBLICITÀ

Un ragazzo britannico di 17 anni, scomparso sei anni fa durante un viaggio in Spagna, è stato ritrovato in Francia. L'ufficio del procuratore della città di Tolosa, in Francia, ha dichiarato che il ragazzo, Alex Batty, si trova in un centro per giovani della città e che tornerà nel Regno Unito in giornata.

Alex Batty scomparve nel 2017, mentre era in vacanza con la madre e il nonno, che si ritiene siano coinvolti nella sua scomparsa. I due non sono ancora stati rintracciati.

Il 17enne è stato avvistato da alcuni automobilisti nelle prime ore di mercoledì mattina mentre camminava sotto la pioggia vicino a Tolosa. Ha raccontato agli automobilisti e agli agenti di polizia di essere stato in Francia per due anni, viaggiando da un luogo all'altro con una comune itinerante che abbracciava uno stile di vita alternativo. Ha detto di essere partito perché gli mancavano i suoi cari nel Regno Unito.

Stiamo aspettando che la nonna venga a prenderlo. Siamo in contatto, ovviamente, con la polizia britannica per organizzare il rimpatrio.
Samuel Vuelta-Simon
Procuratore di Tolosa

Il ragazzo ha espresso il desiderio di tornare a casa, utilizzando uno dei telefoni degli automobilisti per scrivere alla nonna, sua tutrice legale: "Ti voglio bene, voglio tornare a casa".

Sua nonna e tutore legale Susan Caruana ha dichiarato alla BBC nel 2018 che credeva che la madre e il nonno di Batty avessero portato il bambino a vivere in una comunità spirituale in Marocco. All'epoca, i due  stavano cercando stili di vita alternativi e non volevano che il ragazzo frequentasse la scuola.

"Stiamo aspettando che la nonna venga a prenderlo. Stiamo aspettando di organizzare il rimpatrio con gli inglesi", ha detto il procuratore di Tolosa, Samuel Vuelta-Simon. "Siamo in contatto, ovviamente, con la polizia britannica per organizzare il rimpatrio", ha spiegato il procuratore.

La polizia di Manchester, nel nord-ovest dell'Inghilterra, città d'origine dell'adolescente, ha confermato che il rimpatrio sarà organizzato in collaborazione con le autorità francesi.

"Si tratta di una ricerca complessa e lunga. Sono necessarie ulteriori indagini", ha dichiarato un portavoce della polizia di Manchester.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia, passa la legge sull'immigrazione grazie all'appoggio della destra: inasprite le regole

"Rapito da mia madre": il 17enne Alex Batty rientra nel Regno Unito

Regno Unito, Starmer vuole ricostruire le relazioni con l'Unione europea