Lukashenko a Pechino da Xi Jinping: "Minsk è era e sarà un partner affidabile per la Cina"

Image
Image Diritti d'autore Huang Jingwen/Xinhua
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La visita del presidente bielorusso in Cina, che dovrebbe durare almeno due giorni, è la seconda dall'inizio dell'anno

PUBBLICITÀ

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha elogiato l'amicizia "affidabile" del suo Paese con la Cina durante i primi colloqui con l'omologo Xi Jinping, nel suo secondo viaggio a Pechino del 2023, dopo quello dello scorso febbraio. 

Il leader bielorusso è arrivato domenica nella capitale cinese per una visita che dovrebbe durare almeno due giorni. L'obiettivo, aveva anticipato il suo ufficio, è quello di discutere di "commercio, economia, investimenti e cooperazione internazionale". 

"La Bielorussia è era e sarà un partner affidabile per la Cina", ha detto Lukashenko a Xi secondo quanto riferito dall'ufficio presidenziale bielorusso. "Abbiamo deciso molto tempo fa che avremmo collaborato e che saremmo diventati amici della Cina. Questa amicizia ha più di 30 anni e non si è mai allontanata da questo percorso", avrebbe detto. 

E avrebbe aggiunto: "Lo sviluppo di una cooperazione strategica globale 'per tutte le stagioni' tra la Bielorussia e Cina è determinato dall'unità delle nostre ideologie e dalla logica stessa degli eventi e dei processi mondiali che si stanno verificando oggi. Siamo molto interessati al fatto che la Cina sia una potenza forte, che si sviluppi. E questo non è solo il nostro interesse, è l'interesse dell'intero pianeta".

Allineata, secondo la traduzione fornita dai media russi, la posizione di Xi Jinping: "Nel mondo moderno stanno avvenendo cambiamenti titanici. Sorgono nuovi rischi e nuove sfide. Molte delle cose che stanno accadendo sono una sorpresa per noi. Insieme ai partner della Bielorussia, la Cina è pronta a rafforzare la cooperazione strategica", avrebbe detto il leader cinese, per creare una comunità che guidi "il destino comune dell'umanità".

Le parole di Xi al leader bielorusso

Sulla base dei resoconti dei media cinesi, Xi ha sottolineato a questo proposito l'importanza della 'Nuova via della seta', dicendo che "la Cina accoglie con favore la Bielorussia affinché continui la sua partecipazione attiva e tragga opportunità di sviluppo più tangibili". Per questo, il leader cinese ha invitato a realizzare progetti come il Parco industriale Cina-Bielorussia, "a spingere per ottenere maggiori risultati nella cooperazione industriale e a facilitare ulteriormente i trasporti transfrontalieri per promuovere gli scambi commerciali e tra persone".

Entrambe le parti, inoltre, "dovrebbero espandere la cooperazione nell'istruzione, nella sanità, nello sport e nel turismo, sostenendo gli scambi e la cooperazione tra i giovani e rafforzando la comprensione e l'amicizia tra i due popoli". 

Sempre secondo i media locali, Xi ha anche sollecitato il coordinamento e la cooperazione con la Bielorussia all'interno di meccanismi multilaterali come le Nazioni unite e l'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai (Sco), nonché la promozione della Global development initiative, della Global security initiative e della Global civilization initiative - i tre pilastri del Dragone per un nuovo ordine post-occidentale. 

I due leader hanno avuto anche "unoscambio di opinioni sulla crisi in Ucraina".

La Bielorussia è una strettissima alleata di Mosca e fa molto affidamento sulla Russia per sostenersi sia dal punto di vista politico sia finanziario. Pechino non ha mai condannato pubblicamente l'aggressione militare russa ai danni dell'Ucraina, nonostante le numerose pressioni internazionali.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Von der Leyen e Michel incontrano Xi a Pechino: "Risolvere differenze tra Cina e Ue"

Cina, viaggi senza visto per cinque Stati dell'Unione europea

Cina - Usa, una stretta di mano per il disgelo