EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Scholz difende le spese fuori bilancio al Bundestag: "Esistenziale sostenere l'Ucraina"

Image
Image Diritti d'autore TOBIAS SCHWARZ/AFP
Diritti d'autore TOBIAS SCHWARZ/AFP
Di Michela Morsa
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il cancelliere tedesco ha detto che una parte consistente del "bilancio supplementare" è destinata al sostegno a Kiev, ma non si può fare altrimenti

PUBBLICITÀ

Il sostegno militare e finanziario all'Ucraina è una parte consistente delle spese extra al bilancio della Germania, tra i principali sostenitori di Kiev, ma il cancelliere Olaf Scholz afferma che non ci sono alternative a questo impegno, la cui prosecuzione è di "importanza esistenziale". 

Così martedì Scholz ha difeso con fermezza le sue decisioni in materia di spesa per la difesa di fronte al Bundestag, il Parlamento tedesco, nel pieno di una crisi di bilancio che ha scosso il Paese e indebolito il suo Governo. A scatenarla una sentenza bomba della Corte costituzionale che ha ritenuto illegittimo sospendere per il quarto anno consecutivo il cosiddetto "freno al debito" tedesco per avere un "bilancio supplementare". 

"Continueremo con questo sostegno per tutto il tempo necessario. A questo si aggiungerà il nostro sostegno civile attraverso il bilancio federale e anche attraverso l'Unione europea. Soldi che, ovviamente, non avevamo preventivato quando siamo entrati in carica e prima dell'inizio della guerra. Eppure questo sostegno è di importanza esistenziale sia per l'Ucraina che per noi in Europa", ha detto il cancelliere durante il suo discorso, aggiungendo che fare altrimenti "non sarebbe responsabile" e "metterebbe a rischio il nostro futuro". 

La Nato allineata

Il Segretario generale della Nato sembra essere d'accordo con Scholz. Martedì, durante la riunione dei ministri degli Esteri dell'Alleanza a Bruxelles, Jens Stoltenberg ha dichiarato che gli alleati dell'Ucraina hanno l'"obbligo" di fornirle le armi necessarie per respingere l'invasione russa.

Stoltenberg si è anche detto "fiducioso" che gli Stati Uniti continueranno a fornire supporto all'Ucraina, nonostante il blocco politico di Washington: "Sono fiducioso che gli Stati Uniti continueranno a fornire supporto perché è nell'interesse della loro sicurezza ed è anche in linea con quanto abbiamo concordato", ha detto. 

Intesa tra Parlamenti

È volato nella capitale belga anche Ruslan Stefanchuk, il presidente della Verkhovna Rada, il Parlamento ucraino, per firmare un nuovo memorandum d'intesa sul sostegno alla democrazia parlamentare con il Parlamento europeo

Questo partenariato sarà rafforzato dall'istituzione di una presenza permanente del Parlamento europeo a Kiev, al fine di sviluppare i legami con la Verkhovna Rada e il popolo ucraino. 

La Conferenza dei presidenti, l'organismo che raggruppa il presidente dell'emiciclo e i presidenti dei diversi gruppi politici, ha accolto con favore la firma del memorandum, ritenuta un passo importante nella preparazione delle istituzioni politiche ucraine all'integrazione nell'Unione europea.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'Ue quadruplica la spesa per l'addestramento dei soldati ucraini

Germania e Regno Unito firmano un accordo per rafforzare la cooperazione nella Difesa

Berlino: una mostra per ricordare le donne della resistenza contro il nazismo