EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Guerra russo-ucraina: Zelensky avverte "Dobbiamo prepararci ad un aumento degli attacchi russi"

Conseguenze missile russo
Conseguenze missile russo Diritti d'autore Efrem Lukatsky/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Efrem Lukatsky/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Maria Michela Dalessandro
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Mentre le truppe russe hanno iniziato un'offensiva per riconquistare terreno vicino a Bakhmut, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avvertito che l'Ucraina deve prepararsi all'inverno

PUBBLICITÀ

Il capo delle forze di terra ucraine ha affermato che le truppe russe hanno iniziato un’offensiva per riconquistare terreno vicino a Bakhmut.

Nonostante gli attacchi russi contro la devastata città dell'Ucraina orientale di Avdiivka siano diminuiti negli ultimi giorni, è possibile che si intensifichino di nuovo. "Gli attacchi nemici vengono respinti", ha commentato il 12 novembre scorso il portavoce dell'esercito di Kyiv, Volodymyr Fityo, nonostante le truppe del Cremlino stiano intensificando gli attacchi aerei non soltanto intorno ad Avdiivka, ma anche a Donetsk, nell'est del Paese.

Nel suo discorso quotidiano diffuso nella notte, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avvertito che l'Ucraina deve prepararsi all'inverno: Zelensky teme infatti che nei prossimi mesi la Russia riprenda gli attacchi alle infrastrutture ucraine, riferendosi a un possibile incremento di raid missilistici russi, sulla falsa riga di quanto avvenuto lo scorso anno. 

"Dobbiamo prepararci alla possibilità che il nemico aumenti il numero di attacchi di droni o missili sulle nostre infrastrutture", ha continuato il capo dello Stato nel suo discorso quotidiano. "Tutta la nostra attenzione si deve concentrare sulla difesa e su tutto ciò che l'Ucraina può fare per aiutare il nostro popolo a superare l'inverno", ha concluso.

Sul fronte estero, il capo dello staff del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Andriy Yermak, ha annunciato domenica di essere arrivato negli Stati Uniti con una delegazione guidata dal ministro dell'Economia Yulia Svyrydenko per discutere di cooperazione e sostegno al suo Paese in guerra.

"Avrò incontri alla Casa Bianca, al Congresso, con think tank e rappresentanti delle organizzazioni della società civile", ha detto Yermak, precisando che la delegazione discuterà "le proposte del presidente per la pace, il rafforzamento della difesa dell'Ucraina, l'approfondimento globale della cooperazione e molte altre questioni importanti". 

Mentre l'esercito ucraino si prepara all'inverno, alcuni profughi sono rientrati in Ucraina dall'Israele, passando da una guerra a un'altra: "non appena senti le sirene corri nel rifugio antiaereo", ha dichiarato alla stampa internazionale Tetiana Kocheva, rifugiata ucraina tornata a Kharkiv da Ashkelon, cittadina a sud di Israele vicina alla Striscia di Gaza dove non si ferma la guerra contro Hamas e dove si era traferita insieme ai tre figli a cinque mesi dall'inizio dell'invasione russa. 

Prima di tornare nella città natale, a Kharkiv, Tetiana e la sua famiglia erano stati trasferiti in un luogo più sicuro nel centro di Israele dopo gli attacchi del 7 ottobre; nonostante ciò hanno deciso di lasciare il Paese e tornare in Ucraina.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'Ue rischia di non mantenere le promesse all'Ucraina sulla consegna di munizioni

Attacchi russi, contrattacchi ucraini. Bruxelles: 12° pacchetto di sanzioni per Mosca

Ucraina, l'impegno della Nato per la difesa aerea: 40 miliardi di euro, in arrivo F-16 e Patriot