Migranti. Macron: "Polonia e Ungheria non fermeranno l'Europa"

"Il 'no' di Polonia e Ungheria non fermerà l'Europa". Macron: "La maggioranza qualificata non è a rischio"
"Il 'no' di Polonia e Ungheria non fermerà l'Europa". Macron: "La maggioranza qualificata non è a rischio" Diritti d'autore Manu Fernandez/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il "no" di Polonia e Ungheria sui migranti paralizza i 27 a Granada. Macron fiducioso: "Non ci fermeranno. La maggioranza qualificata non è a rischio e avanzeremo in maniera concreta". Stallo anche sull'Ucraina nella Ue e sui dossier di Kosovo e Nagorno-Karabakh

Macron: "La maggioranza qualificata non è a rischio"

PUBBLICITÀ

Il "no" di Polonia e Ungheria non fermerà l'Europa. Alla fumata nera sui migranti di Granada, il presidente francese Emmanuel Macron reagisce parlando di opposizione insufficiente a privare i 27 dei numeri necessari. "Budapest e Varsavia hanno espresso il loro disaccordo al tavolo dei negoziati - ha detto -. Si tratta di una posizione che avevano già manifestato a livello ministeriale, ma che non ci impedirà di raggiungere una maggioranza qualificata e consentirà quindi comunque di avanzare in maniera concreta".

Qui il dettaglio dei risultati del vertice di Granada

Stallo anche sull'Ucraina nella UE e su Kosovo e Nagorno Karabakh

Spaccature e nessun impegno concreto anche su altri dossier caldi: fumata nera sulla tempistica dell'entrata in Europa auspicata da Kiev, con la stessa presidente della Commissione Ursula von der Leyen che ha parlato di "meccanismo basato sul merito" ed escluso qualsiasi scorciatoia, e niente di fatto anche sui delicati dossier di Kossovo e Nagorno Karabakh

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cate Blanchett al Parlamento europeo: "Umanità nelle politiche migratorie"

Spagna, accordo fra socialisti e indipendentisti catalani per un nuovo governo di Sánchez

La strage di Hroza (51 vittime) "riaccende" il sostegno del leader europei a Zelensky