EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Stati Uniti, Hunter Biden incriminato per possesso irregolare di armi da fuoco

hunter biden
hunter biden Diritti d'autore Andrew Harnik/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Andrew Harnik/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il figlio del presidente degli Stati Uniti Hunter Biden è stato incriminato per aver mentito su un documento federale necessario all'acquisto di un'arma. Aveva dichiarato di non fare uso di droghe

PUBBLICITÀ

Hunter Biden è stato incriminato giovedì per possesso irregolare di armi da fuoco. Si tratta dell'ultimo passo nella serie di indagini che vedono coinvolto il figlio dell'attuale presidente degli Stati Uniti. Il possibile processo rappresentebbe una seria preoccupazione per il Partito democratico in vista delle elezioni presidenziali del 2024.

La notizia arriva a qualche giorno di distanza dall'annuncio dato dello speaker della Camera Kevin McCarthy dell'apertura di un'indagine per impeachment nei confronti di Joe Biden.

Hunter Biden è accusatodi aver mentito su un documento federale per ottenere il via libera all'acquisto di un'arma nel 2018. In quell'occasione dichiarò di non fare uso di droghe quando in realtà stava combattendo contro una dipendenza da crack, secondo l'atto dell'accusa depositato presso al corte federale del Delaware. Una battaglia per la disintossicazione che il figlio del presidente degli Stai Uniti ha vinto.

L'incriminazione arriva settimane dopo il fallimento di un tentativo di patteggianento che avrebbe evitato un processo penale. I repubblicani, a partire dal leader del Partito Donald Trump, avevano aspramente criticato l'ipotesi di un accorto, ritendola una soluzione troppo blanda.

Una lunga serie di Guai

Se condannato per tutti i capi d'accusa, Hunter Biden potrebbe teoricamente rischiare fino a 25 anni di carcere e multe fino a 750.000 dollari, secondo i documenti del tribunale. Tuttavia, molto raramente gli imputati ottengono il massimo della pena, soprattutto in casi come questi, che coinvolgono crimini non violenti e un presunto primo trasgressore.

L'atto d'accusa in tre capi è stato emesso giovedì da un gran giurì federale del Delaware, secondo i documenti del tribunale.

Il primo  accusa Hunter Biden di aver mentito su un modulo dell'ATF al momento dell'acquisto della pistola, giurando falsamente di non essere dipendente da droghe illegali o di non fare uso di droghe illegali.

Il secondo capo d'accusa accusa Hunter Biden di aver mentito al rivenditore di armi con licenza federale di Wilmington dove ha acquistato la pistola. La presunta menzogna era legata alla stessa dichiarazione giurata sul modulo dell'ATF.

Il terzo capo d'accusa accusa Hunter Biden di aver posseduto illegalmente la pistola mentre faceva uso di droghe o era dipendente da esse, un reato federale. Ha posseduto la pistola per 11 giorni nel 2018.

Oltre al caso delle armi, Weiss sta ancora valutando se accusare Biden di reati fiscali. Il mese scorso, in un documento del tribunale, ha dichiarato che "un processo è ora in ordine" per i reati fiscali e che "potrebbe presentare accuse fiscali" possibilmente in California o a Washington.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Camera Usa: autorizzata l'indagine per l'impeachment di Biden

Tempesta solare più intesa degli ultimi 21 anni: aurora boreale anche in Italia

Guerra in Ucraina: gli Usa annunciano un nuovo pacchetto di aiuti, persone evacuate da Kharkiv