EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Albania, approvata la legge contro la fuga dei medici. Gli Studenti protestano

Proteste davanti al parlamento albanese
Proteste davanti al parlamento albanese Diritti d'autore Euronews Albânia
Diritti d'autore Euronews Albânia
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Da ottobre i medici neolaureati albanesi dovranno scegliere tra presatre servizio nel Paese per cinque anni o pagare per intero la retta universitaria. Le proteste degli studenti: il provvedimento viola i diritti umani

PUBBLICITÀ

Il Parlamento albanese corre ai ripari contro la carenza di personale sanitario, e approva una legge che obbliga i neolaureati in medicina a prestare servizio nel Paese per cinque anni.

A nulla sono servite le proteste degli studenti, che da mesi manifestano davanti al parlamento di Tirana. Giovedì. dopo l'approvazione del nuovo disegno di legge hanno minacciato di boicottare il nuovo anno accademico: "É una sellge incostituzionale", afferma una di loro. "Viola i diritti umani.

La fuga dei cervelli

"Non si tratta di un provvedimento contro la costituzione. Il provvedimento da agli studenti la possibilità di scegliere", è la replica del ministero dell'istruzione, determinato a tamponare la fuga di cervelli che interessa il Paese al pari di numerosi altri in Europa.

econdo l'Associazione dei medici albanesi in Europa, negli ultimi dieci anni 3040 medici hanno lasciato il paese. Il provvedimento entrerà in vigore a ottobre, con l'avvio del nuovo anno accademico. E gli studenti potranno scegliere tra due opzioni: firmare il contratto con lo Stato o pagare per intero la retta universitaria.

I più poveri d'Europa

L’Albania ha una infrastruttura sanitaria carente, soprattutto in termini di risorse umane, con il minor numero di medici e infermieri pro capite, con appena 1,2 laureati in medicina ogni mille abitanti.

Nonostante la forte domanda di medici, i loro salari, scrive la rivista la rivista economica albanese Monitor.al, sono i più bassi d'Europa.

Lo stipendio medio nell'attività di “Salute e altre attività sociali” in Albania è di 435 euro, che è circa la metà della media regionale. I medici sono pagati di più in Bosnia (901 euro) e Montenegro (833 euro), mentre in Serbia e Macedonia con oltre 700 euro.

Nel 2019 anche il Kosovo ha aumentato significativamente gli stipendi di medici e infermieri, con l'obiettivo di fermare l'esodo dei camici bianchi. I medici specialisti sono pagati 1195 euro (dai 661 euro di prima); medico di base 836 euro (da 566), caposala 621 euro (da 472) e primo infermiere 537 euro (da 425 prima).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Accordo Italia-Albania sui migranti: dossier al vaglio della Commissione europea

Albania, leader europei riuniti per la cooperazione e l'integrazione dei Balcani occidentali

Carenza di medici di base in Francia. A Mulhouse 5mila pazienti senza supporto