EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

"Una decisione difficile ma necessaria": le spiegazioni di Biden sulle bombe a grappolo a Kiev

Bombe a grappolo.
Bombe a grappolo. Diritti d'autore AP Screenshot
Diritti d'autore AP Screenshot
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

"L'Ucraina è a corto di munizioni e ne ha bisogno", ha spiegato il presidente americano.

PUBBLICITÀ

"È stata una decisione molto difficile ma necessaria": è così che il presidente americano Joe Biden ha tentato di giustificare la sua decisione di inviare a Kiev le controverse munizioni a grappolo.

La scelta sarebbe legata al ritmo della controffensiva ucraina, che sta procedendo  più lentamente del previsto. Lo ha detto il sottosegretario alla difesa Colin H. Kahl in un briefing. "Vogliamo assicurarci che gli ucraini dispongano di artiglieria sufficiente per portare avanti la loro controffensiva che sta procedendo un po' più lentamente di quanto alcuni sperassero", ha spiegato. 

Una decisione criticata dagli alleati

Una scelta che fa storcere il naso a molti alleati occidentali, tra cui Parigi e Berlino, e indirettamente condannata anche dall'Onu. "Il Segretario generale (...) non vuole che ci sia un uso continuato di munizioni a grappolo sul campo di battaglia", ha dichiarato Farhan Haq, vice-portavoce del segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

Il Segretario generale (...) non vuole che ci sia un uso continuato di munizioni a grappolo sul campo di battaglia.
Farhan Haq
Vice-portavoce del segretario generale delle Nazioni Unite

Bombe a grappolo:  delle munizioni controverse

Le bombe a grappolo sono vietate dalla convenzione di Oslo, un accordo internazionale che pero Stati Uniti, Ucraina e Russia non hanno firmato.

Le piccole sottomunizioni rilasciate dalle bombe a grappolo possono rimanere inesplose a lungo mettendo dunque in pericolo i civili e specialmente i bambini, anche anni dopo la fine di un conflitto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Analisi: le navi russe schierate a Cuba sono una "dimostrazione di forza" di Putin

Il giornalista Usa Evan Gershkovich sarà processato in Russia con l'accusa di spionaggio

La Borsa di Mosca abbandona il dollaro e l'euro: la Russia risponde alle sanzioni Usa