EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Seconda incriminazione per l'ex presidente Donald Trump

L'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump
L'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump Diritti d'autore Andrew Harnik/AP
Diritti d'autore Andrew Harnik/AP
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sette i capi d'accusa nella seconda incriminazione a carico di Donald Trump. Stavolta l'indagine riguarda i documenti segreti trovati a Mar a Lago

PUBBLICITÀ

Appropriazione indebita, falsa testimonianza, cospirazione per ostacolare la giustizia, violazione della legge sullo spionaggio. In tutto sette capi d'accusa. All'ex presidente americano Donald Trump è stato notificato di essere sottoposto ad un'indagine penale (passo che precede un'incriminazione) nell'ambito della gestione dei documenti segreti ritrovati nella sua abitazione a Mar a Lago.

La seconda incriminazione per Donald Trump

Si tratta della seconda incriminazionenel giro di pochi mesi e della prima per reati federali per un ex capo di Stato. Quest'ultimo ha tuttavia reagito duramente: "Non ho fatto nulla di sbagliato. Da anni sono nel mirino del dipartimento di Giustizia e dell'Fbi", ha scritto sul suo social network Truth, scagliandosi così implicitamente contro Jack Smith, il procuratore speciale nominato dal ministro della GiustiziaMerrick Garland

A Smith fanno infatti capo le indagini su Trump, da quella sui documenti top secret trovati nella residenza inFlorida del tycoon a quella sui suoi tentativi di interferire nel passaggio di consegne alla Casa Bianca dopo le elezioni del 2020, culminati nell'assalto al Campidoglio dei suoi sostenitori il 6 gennaio dell'anno successivo.

L'ex presidente ostenta sicurezza

Negli ultimi giorni le indicazioni su un'accelerazione dell'indagine sui documenti segreti si erano moltiplicate. Secondo indiscrezioni, i legali di Trump avrebbero incontrato lo stesso Smith, cercando di convincerlo a non procedere all'incriminazione.

Ciò nonostante, Trump ostenta pubblicamente sicurezza. Ma la notizia è particolarmente dura per il miliardario americano, che è già in piena campagna elettorale dopo aver annunciato la sua candidatura alle prossime elezioni presidenziali, previste nel 2024. Nello stesso partito repubblicano più di una persona potrebbe tentare di sfruttare l'occasione per provare a dare una spallata all'ex presidente, inviso alle frange più moderate.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"Accuse ridicole e infondate": Trump reagisce all'incriminazione per i documenti trovati in casa

Donald Trump è il primo ex presidente della storia americana ad essere incriminato

Trump inizia campagna presidenziale e attacca a testa bassa gli avversari