EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Intercettazioni, il Mirror si scusa "senza riserve" con il principe Harry

Dan Charity/
Dan Charity/ Diritti d'autore Dan Charity / Commissioned by the Sun
Diritti d'autore Dan Charity / Commissioned by the Sun
Di Redazione italiana
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

All'inizio del processo per presunto hacking telefonico, l'editore del tabloid si è scusato con il principe per aver raccolto illegalmente informazioni

PUBBLICITÀ

L'editore del Mirror si è scusato con il principe Harry per aver raccolto illegalmente informazioni, all'inizio di un processo per presunto hacking telefonico che si tiene davanti all'Alta Corte di Londra.

I legali del principe, che non è l'unico ad essere stato indebitamente intercettato, sostengono che i dirigenti dell'azienda erano a conoscenza del diffuso hacking, ma non hanno agito per interrompere tale condotta.

In una dichiarazione scritta, il gruppo MGN - che pubblica anche il Sunday Mirror e il Sunday People - ha affermato di "scusarsi senza riserve" e che la contestazione legale intentata dal principe "garantisce un risarcimento".

Il caso di Harry si concentra su 148 articoli pubblicati tra il 1996 e il 2010.

Il principe Harry dovrebbe testimoniare al processo il prossimo giugno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Londra, Harry in tribunale contro i tabloid

"Ho ucciso 25 talebani come fossero pezzi degli scacchi". Dall'Afghanistan: "Processate Harry"

Il tribunale di Londra ha deciso: Assange può appellarsi contro l'estradizione negli Stati Uniti