EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Doha, Day-3 dei Mondiali di judo: Manuel Lombardo conquista l'argento. Terza medaglia azzurra

Manuel Lombardo, splendida medaglia d'argento. (Doha 9.5.2023)
Manuel Lombardo, splendida medaglia d'argento. (Doha 9.5.2023) Diritti d'autore E. Di Feliciantonio (IJF)
Diritti d'autore E. Di Feliciantonio (IJF)
Di Cristiano TassinariEuronews Sport
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Manuel Lombardo ad un passo dal paradiso! Lo ferma solo...una squalifica, nella finale con lo svizzero Stump, nei -73 kg ai Mondiali di judo a Doha. Spedizione azzurra ricca di medaglie: già tre (un argento e due bronzi) conquistate in tre giorni. Ma manca ancora l'oro...

PUBBLICITÀ

DOHA (QATAR) - Trionfo mancato per un soffio per Manuel Lombardo, nella categoria -73 kg. L'azzurro è stato battuto in finale (per squalifica al Golden Score) dallo svizzero Nils Stump

È statoquesto il grande evento della terza giornata dei Campionati del Mondo di judo, organizzati dall'International Judo Federation (IJF), in corso di svolgimento alla ABHA Arena di Doha, in Qatar.

La maledizione dell'oro (che non arriva)

Cammino netto per Manuel Lombardo, che nel tabellone ha via via eliminato il kazako Daniya Shamshayek, il kosovaro Akil Gjakova, l'algerino Messaoud Dris e il temibilissimo azero Hidayat Heydarov. 
Ma, in finale, niente da fare per il 24enne judoka torinese: la maledizione dell'oro (che non arriva) ha colpito ancora!
Tra uomini e donne, nonostante 16 podi nelle ultime edizioni dei Campionati del Mondo, la medaglia d'oro proprio non vuole arrivare!

E. Di Feliciantonio (IJF)
Il podio dei -73 kg, con l'argento di Manuel Lombardo.E. Di Feliciantonio (IJF)

Dopo la medaglia d'oro nel Grand Slam di Antalya di inizio aprile, per Lombardo la vittoria di oggi avrebbe rappresentato il ritorno agli altissimi livelli pre-Covid, ma la medaglia d'argento mondiale - la seconda della carriera, dopo Budapest 2021 nei -66 kg - rappresenta un risultato straordinario.

Soprattutto per il modo in cui è arrivato (e che fa pensare che l'argento avrebbe potuto trasformarsi in oro): al 4° minuto di Golden Score, con già due sanzioni, Lombardo ha attaccato Stump, spedendolo al tappeto con un Seoi-Nage, ma appoggiando fortuitamente la testa a terra. Da regolamento, dopo una revisione video, la giuria ha riscontrato l'irregolarità e ha squalificato il portacolori dell'Esercito.
Altrimenti, chissà come sarebbe finita...

"È stata una gara lunghissima, quasi infinita...
Non è mai facile, dal punto di vista mentale più che da quello fisico, soprattutto in un Mondiale, con avversari fortissimi.
Mi porto a casa un argento e qualche buon spunto su cui lavorare.
Ls squalifica? A me, quando hanno insegnato a far judo, hanno insegnato a proiettare. Per cui non penso di aver fatto niente di scorretto, è veramente difficile metabolizzare il modo in cui ho perso questa finale".
Manuel Lombardo
24 anni, judoka azzurro, medaglia d'argento mondiale 2023
E. Di Feliciantonio (IJF)
Un momento della finale Lombardo-Stump. (Doha, 9.5.2023)E. Di Feliciantonio (IJF)

Oro per Stump (prima vittoria mondiale della storia per la Svizzera), argento per Lombardo e bronzo per il giapponese Soichi Hashimoto e per l'azero Murodjon Yuldoshev

Le medaglie sono stata assegnata dal membro IJF e CIO Yasuhiro Yamashita.

Torneo purtroppo breve per Giovanni Esposito, in lizza nei -73 kg. 
Dopo aver sconfitto il sud-coreano Eunkyul Lee, il 25enne napoletano si è arreso al secondo turno al tagiko Behruzi Khojazoda.

Manuel Lombardo ha ringraziato pubblicamente Giovanni Esposito per i consigli che gli ha dato prima della finale con Stump, che Esposito aveva affrontato recentemente.  

- 57 kg donne: oro per Christa Deguchi

Successo per il Canada nella categoria femminile -57 kg: la 27enne judoka giapponese, naturalizzata canadese, Christa Deguchi ha conquistato l'oro, battendo in finale - decisivo un ippon dopo 1'40" - la giapponese Haruka Funakubo.

Per Christa Deguchi è il secondo titolo mondiale della carriera, dopo quello conquistato nel 2019.
Haruka Funakubo, viceversa, è "abbonata" al secondo posto: ha conquistato l'argento anche l'anno scorso, ai Mondiali di Tashkent2022. 

Bronzo per Enhkrillen Lkhagvatogoo (Mongolia) e per l'altra canadese Jessica Klimkait.

Morinari Watanabe, membro del CIO e presidente della Federazione Internazionale di ginnastica, ha consegnato le medaglie.

Due turni per Valentina Toniolo e Thauany David Capanni Dias

Proprio la canadese è stata la "giustiziera" di Veronica Toniolo, nel secondo turno eliminatorio. 
Dopo aver battuto Altantsetseg Batsukh (judoka mongola tesserata per gli Emirati Arabi) al Golden Score, la 19enne triestina è stato sconfitta con un ippon proprio da Jessica Klimkait, campionessa del mondo 2021 e bronzo olimpico a Tokyo. 

Una vittoria e una sconfitta anche Thauany David Capanni Dias: la 19enne atleta italo-brasiliana, romana d'adozione, prima si è sbarazzata faticosamente (al Golden Score) della britannica Lele Nairne, poi ha dovuto cedere alla kosovara Nora Gjakova, campionessa olimpica in carica e avversaria attualmente fuori dalla portata di Thauany. 

Il suo 2023 è già comunque eccezionale, dopo il bronzo e il record di precocità (azzurra più giovane di sempre, uomini compresi, a salire sul podio di un Grand Prix: 19 anni e 91 giorni) ottenuti a fine gennaio nel Grand Prix di Almada, in Portogallo. 

Medagliere: sempre in testa il Giappone

Distribuzione più democratica delle medaglie, dopo tre giornate: su 6 ori, 3 li ha conquistati il Giappone, uno la Spagna, uno la Svizzera e uno il Canada. 

Il Giappone (oggi "solo" un argento e un bronzo...) comanda il medagliere con 3 ori, 2 argenti e 2 bronzi.
Secondo il Canada con un oro e un bronzo, quindi Spagna e Svizzera con un oro, Uzbekistan con due argenti, Francia e Italia (al 7° posto) con un argento e 2 bronzi, Mongolia con 2 bronzi, Georgia e Corea del Sud con un bronzo. 

PUBBLICITÀ

Prossimo appuntamento, con il Day-4 dei Mondiali di Doha2023: mercoledì 10 maggio verranno assegnati i titoli di altre due categorie: -81 kg uomini e -63 kg donne.

Ai Campionati del Mondo di Doha partecipano 99 Paesi di 5 Continenti, con 657 atleti (343 uomini e 314 donne).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo, Antalya Grand Slam: giornata d'oro per Manuel Lombardo

Non solo calcio: il Qatar cerca la gloria anche nella pallacanestro

Judo, il Giappone domina nell'ultimo giorno dei Campionati del mondo