EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Bakhmut, i soldati ucraini resistono. Le forze di Kiev non stanno lasciando la città

Sasha Vakulina, Euronews
Sasha Vakulina, Euronews Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Oleksandra VakulinaDebora Gandini
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Secondo il presidente Zelensky le forze ucraine si ritireranno da Bakhmut per evitare l'accerchiamento, se necessario, ma al momento non questa opzione non è nei loro piani

PUBBLICITÀ

Le forze ucraine si ritireranno da Bakhmut per evitare l'accerchiamento, se necessario, ma al momento non questa opzione non è nei loro piani. A dichiararlo il presidente Volodymyr Zelensky nel corso di una conferenza stampa in Polonia, aggiungendo che le truppe di Kiev stanno affrontando una situazione molto difficile a Bakhmut e che Kiev prenderà le "decisioni opportune" nel momento in cui i soldati dovessero rischiare l'accerchiamento da parte delle forze russe.

Le parole di Zelensky sono in linea con altre recenti dichiarazioni di funzionari ucraini secondo cui il comando militare ucraino ordinerà un ritiro da Bakhmut quando e se riterranno che questa misura sia strategicamente la più appropriata.

Intanto il leader del gruppo Wagner, Dimitri Utkin, ha fatto sapere che non ci sono segnali, al momento, che le forze ucraine lascino la città orientale di Bakhmut, teatro della battaglia più lunga e sanguinosa della guerra in corso. Qui secondo l**'Istituto per lo studio sulla guerra**, le forze di Mosca continuano a guadagnare terreno. I filmati geolocalizzati mostrano i progressi dei soldati russi a nord di Bakhmut, a nord di Khromove e a nord-est di Orikhovo-Vasylivka.

Fonti del Cremlino hanno affermato che i combattenti del gruppo Wagner hanno sequestrato una scuola ad ovest dello stadio Metallurg nel centro di Bakhmut. Lo stato maggiore ucraino ha riferito che le forze ucraine hanno tuttavia respinto gli attacchi di terra sia a Bakhmut che vicino a Bohdanivka e a sud-ovest dell’area nei pressi di Ivanivske.

Mentre resta da vedere se la difesa ucraina a Bakhmut e la sua efficacia nel fermare le forze russe valgono le perdite sul campo, la leadership militare ucraina continua a segnalare chiaramente che le sue forze non sono ancora accerchiate e hanno la possibilità di ritirarsi se necessario. Secondo l’ISW per avere un quadro più chiaro della situazione si dovrà aspettare la controffensiva di primavera ucraina.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: i russi vogliono conquistare Chasiv Yar entro il 9 maggio

Guerra in Ucraina, Blinken: "Kiev entrerà nella Nato", a Kharkiv usata tattica del doppio attacco

Guerra in Ucraina, Zelensky risponde alle accuse di Putin: "Creatura malata e cinica"