EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Sisma in Turchia e Siria: sale veloce la conta dei morti, arriva a 7200

Una veduta di Hatay
Una veduta di Hatay Diritti d'autore AP/IHA
Diritti d'autore AP/IHA
Di euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I feriti sono oltre 30mila, i dispersi un numero imprecisato; in Siria gli aiuti faticano ad arrivare ma tra le macerie è stata salvata una bimba appena nata

PUBBLICITÀ

3700, 4500 e dopo appena due ore già 7200: 5400 in Turchia, gli altri in Siria. La rapidità con cui sale il numero delle vittime del terremoto che lunedì ha colpito i due Paesi è da capogiro e il bilancio, ça va sans dire, è provvisorio. I feriti sono decine di migliaia, oltre 30mila. Il presidente turco Recep Erdogan ha indetto lo stato d'emergenza per 3 mesi.

In Siria gli aiuti faticano ad arrivare

Intanto in Siria gli aiuti faticano ad arrivare anche se molti Stati li inviano nonostante le sanzioni. A quando pare gli aiuti, molti dei quali entrano dalla Turchia via terra, faticano a passare il confine.  Nel Paese martoriato da 12 anni di guerra, la situazione è drammatica. Ad Aleppo, dice la Onlus Terres des hommes, c'è bisogno di tutto. Il terremoto ha distrutto il poco che aveva resistito al conflitto. 

A Jandairis però in Siria una neonata è stata estratta viva dalle macerie. Era ancora attaccata alla madre col cordone ombelicale, non conoscerà mai la sua famiglia ma lei ce la farà, ora è in un ospedale, dentro un incubatrice.

Ad Hatay soccorritori senza attrezzatura

Una piccola nota di speranza ma la realtà del day after per i sopravvissuti è un incubo ad occhi aperti: odono le grida che arrivano da sotto le macerie e temono che si spengano. 

Ad Hatay in Turchia sono arrivati i soccorritori ma la maggior parte di loro, spiega un abitante, non ha alcuna attrezzatura. "Loro sono qui, fanno del loro meglio ma ancora non basta. Ci sono ancora 10 persone sotto quel relitto e molto probabilmente sono ancora vive", dice.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Sisma in Turchia e Siria, aiuti da tutto il mondo. Una corsa contro il tempo per salvare ancora vite

Sisma, tra le macerie di Adana: le voci di chi è incastrato, l'impotenza dei superstiti

Turchia: Erdogan allenta il disegno di legge contro i cani randagi, 4mila a rischio soppressione