This content is not available in your region

Russia: giovani che partono per il fronte, giovani che fuggono all'estero

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews World
euronews_icons_loading
Via dalla Russia, 2022.
Via dalla Russia, 2022.   -   Diritti d'autore  Lauri Heino/Lehtikuva via AP

La mamma piange, la famiglia intera saluta, con il cuore spezzato, un figlio che sta partendo per il fronte.

Scene come queste si stanno ripetendo in tutta la Russia. 

Decine di migliaia di russi sono stati reclutati obbligatoriamente nell'esercito e questa potrebbe essere solo la prima fase della mobilitazione voluta da Vladimir Putin.

Pirati informatici hanno annunciato di aver violato il sito web del ministero della Difesa russo e, nell'elenco, hanno scoperto che i "reclutati" sono un milione. Oltre 10.000, finora, i volontari arruolati,

Secondo i media russi indipendenti, Mosca recluta con la forza persino coloro che sono stati arrestati nelle proteste di questi giorni contro la guerra. 

Da New York, Serghei Lavrov, ministro degli Esteri russo, azzarda un confronto: 
"Per molti anni, in Ucraina, è stata condotta una mobilitazione totale dell'intera popolazione, comprese le donne, per entrare a far parte dei battaglioni nazionalisti ucraini e delle forze armate ucraine".

Mary Altaffer/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
Serghei Lavrov all'Assemblea Generale dell'Onu. (New York, 22.9.2022)Mary Altaffer/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Ribatte, minaccioso, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky:

"55.000 soldati russi sono morti in questa guerra in sei mesi. Decine di migliaia sono feriti e mutilati.
Ne volete di più? No? Allora protestate! Combattete. Scappate. O arrendetevi agli ucraini. Queste sono le opzioni per sopravvivere".
Volodymyr Zelensky
44 anni, Presidente dell'Ucraina dal 2019
Volodymyr Zelensky/Telegram
Zelensky in collegamento con l'attrice Barbra Streisand, ambasciatrice di United24, per la raccolta fondi per l'Ucraina. (22.9.2022)Volodymyr Zelensky/Telegram

Accogliere i dissidenti russi?

Migliaia di russi hanno deciso di fuggire a questa mobilitazione obbligatoria via aereo, verso Armenia e Georgia (Paesi dove non serve un visto d'entrata), ma altri stanno cercando di andarsene via terra, al confine con la Finlandia.

Diversi Paesi europei stanno valutando la possibilità di limitare i visti per i cittadini russi, ma alcuni ministri del governo tedesco del Cancelliere Olaf Scholz propongono - invece - di accogliere i dissidenti russi.