EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Germania e Israele più unite nel ricordo dell'olocausto

Il parlamento tedesco
Il parlamento tedesco Diritti d'autore Markus Schreiber/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Markus Schreiber/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Di euronews e ansa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A 50 anni dalla strage alle Olimpiadi di Monaco di Baviera una visita ufficiale del presidente israeliano Herzog rinsalda i legami con Berlino

PUBBLICITÀ

Si stringono attorno alla memoria dell'olocausto le relazioni fra Israele e Germania con la visita ufficiale del presidente israeliano Isaac Herzog che a Berlino ha parlato al Bundestag, il parlamento tedesco, come momento cardine di una serie di altri appuntamenti ufficiali.

Relazioni più forti

"Solo attraverso l'incontro, l'approfondimento delle relazioni, il costante impegno reciproco per la libertà, l'umanità, la democrazia, solo attraverso una fedeltà incrollabile alla libertà e alla sicurezza dello Stato di Israele e al benessere del popolo ebraico, entrambi i popoli assicureranno il senso delle commemorazioni come esempio per l'umanità intera": ha detto, fra l'altro, Herzog che in successione  accompagnato dal l presidente tedesco, Franck-Walter Steinmeier, ha visitato il Memoriale dell'Olocausto della capitale tedesca  prima di recarsi per una ulteriore cerimonia ufficiale nel sito del campo di concentramento di Bergen-Belsen. 

In ricordo della strage a Monaco 50 anni fa

Gli eventi commemorativi giungono dopo una cerimonia che segna il 50° anniversario del massacro degli atleti israeliani alle Olimpiadi di Monaco del 1972 per opera di un commando di terroristi palestinesi. Steiemeier lunedì aveva chiesto perdono per le molte mancanze della Germania di allora che non aveva protetto gli atleti e aveva mandato poliziotti incompetenti sul teatro della strage. Pochi giorni fa il governo tedesco  ha annunciato un accordo di risarcimento di 28 milioni di euro ai parenti delle vittime e la creazione di una commissione di storici tedeschi e israeliani che dovranno analizzare di nuovo quanto accaduto. Intanto un palestinese è stato ucciso martedì ed altri 16 sono stati feriti in un'operazione dell'esercito israeliano condotta a Jenin, nella Cisgiordania occupata. Israele ha ammesso che il reporter palestinese Abu Akleh è stato accidentalmente ucciso da un suo soldato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Visita storica del presidente di Israele Herzog negli Emirati Arabi Uniti

Macron: "In tutta Europa soffia il vento malato dell'estrema destra"

Macron a Berlino: dopo 24 anni un presidente francese in visita di Stato in Germania