This content is not available in your region

Dover, traffico in tilt e code chilometriche all'ingresso del porto per protesta sindacale

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
le code in entrata al porto di Dover
le code in entrata al porto di Dover   -   Diritti d'autore  Gareth Fuller/PA Wire/PA Images

Passeggeri e mezzi in stallo. La strada d'accesso al porto di Dover è paralizzata da giorni. La P&O Ferries ha sospeso le partenze per la Francia in seguito alla protesta di 800 dipendenti che sono stati licenziati senza preavviso. Una mossa a sorpresa che ha creato il caos soprattutto perchè le motivazioni sono ben chiare: la società ha deciso di liberarsi dell'intero equipaggio  a causa dei contratti di lavoro considerati troppo onerosi e  di sostituirlo con personale di equivalente mansione ingaggiato però a condizioni decisamente più vantaggiose per l'azienda con stipendi di molto inferiori. 

Il fronte sindacale

Da giorni quindi ll'imbocco per la Manica è in tilt. Si sono formate lunghe code con i dipendenti che, in corteo,  protestano e chiedono una presa di posizione forte del governo britannico. Governo che per il momento ha chiesto all'azienda l'annullamento dei lcenziamenti senza ottenere una marcia indietro della società di navigazione.

La P&O anzi rilancia, e si dice pronta a riprendere i viaggi sulla rotta Dover-Calais entro la prossima settimana. ma per questo servirà un'autorizzazione governativa che difficilmente potrà arrivare se non cambieranno le condizioni attuali. 

Il caos

Intanto per il momento tutto il traffico lo stanno sostenendo gli altri operatori di traghetti che cercano faticosamente di smaltire la mole di traffico e le code chilometriche di tir che si sono accumulate nell'ultima settimana, creando il caos in uno dei porti più trafficati del Regno Unito