This content is not available in your region

Irlanda: 50esimo anniversario "Bloody Sunday", marciano i parenti delle vittime

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  Peter Morrison/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

In occasione del 50esimo anniversario di quella che fu tragicamente definita "Bloody Sunday", si è tenuta in Irlanda del Nord una marcia pacifica cui hanno preso parte i parenti delle vittime che hanno ripercorso la stessa strada della tristemente nota manifestazione.

A Derry, il 30 gennaio 1972, i paracadutisti britannici spararono su una manifestazione di protesta di civili disarmati causando 14 morti.

Proiettato un videomessaggio del presidente irlandese, Michael Higgins, mentre si è reistrato l'intervento dell'ex leader laburista britannico, Jeremy Corbyn.

"Quella domenica - dice Adrian Dunbar, attore - fu uno dei giorni più bui dalla fondazione dell'Irlanda del Nord, una sorta di riedizione di quanto accaduto a Sharpeville (Sudafrica) nel '60, quello di Derry fu un colpo del governo insensibile e brutale, progettato per spremere il senso di libertà della gente e soffocare la lotta per i diritti civili, indipendentemente dalle opinioni o dalle convinzioni politiche".

Il tema scelto per commemorare l'anniversario dal fondo creato nel 1997 per sostenere le famiglie delle vittime, denominato Bloody Sunday Trust, è 'One World, One Struggle' (Un mondo, una lotta).

Peter Morrison/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
AP PhotoPeter Morrison/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

"La città era totalmente silenziosa - dice Michael Mc Elhinney, fratello di una vittima - in effetti ho parlato con alcune persone da allora, e anche con soldati che erano effettivamente in loco, ma non nel reggimento paracadutisti britannici.

Lo hanno confermato, era inquietante: i bambini non lanciavano pietre contro di loro, non urlavano contro di loro, i soldati hanno rilevato non poche stranezze".

Gli organizzatori hanno chiesto e ottenuto che i partecipanti marciassero nel rispetto delle norme anti-Covid.

Il tributo degli U2

Anche gli U2 hanno reso omaggio alle vittime, pubblicando sui social una versione ridotta della famosissima "Sunday Bloody Sunday" ed  immagini forti dell'epoca, recanti la scritta  "30 gennaio 2022, with love".

Quel massacro rappresenta uno degli episodi più oscuri del conflitto nordirlandese tra repubblicani cattolici, sostenitori della riunificazione dell'Irlanda, e protestanti, favorevoli al mantenimento della corona britannica.