This content is not available in your region

Aspettando la nuova ondata

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Aspettando la nuova ondata
Diritti d'autore  Manu Fernandez/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.

L'Europa si prepara a un nuovo picco di contagi da Covid, e corre ai ripari. In Italia, dove torna l'obbligo della mascherina anche all'aperto, vengono cancellati tutti gli eventi pubblici per Capodanno. Preoccupa gli esperti la minaccia della variante Omicron, nonostante quasi il 90 per cento degli italiani risulti vaccinato.

Roberto Speranza, ministro della Salute italiano: "Le mascherine saranno obbligatorie anche all'esterno, e stiamo prevedendo una disposizione che richieda una mascherina FFP2 (tipo N95), il tipo di mascherina più protettiva, per alcuni ambiti come i trasporti a lunga percorrenza, i trasporti pubblici locali, i cinema, i teatri, i musei, le manifestazioni sportive al chiuso e anche gli stadi".

Da lunedi la Danimarca richiederà agli stranieri che entrano nel paese di fornire un test Covid-19 negativo, e lôbbligo riguarda tanto i vaccinati quanto i non vaccinati. Scuole, teatri e parchi di divertimento sono chiusi, ma il governo finora esclude di ricorrere a un blocco totale.

In Svezia le feste natalizie non subiranno troppe limitazioni, e le autorità collegano questo approccio al numero di persone vaccinate, nonostante il rapido aumento dei nuovi contagi e la crescente pressione sul sistema sanitario. Lena Hallengren, ministro della salute svedese: "Grazie al vaccino, le persone vaccinate possono festeggiare il Natale con i loro cari come al solito. Se vacciniamo più persone e tutti avranno la terza dose, forse possiamo guardare avanti, verso un tempo più luminoso".

In Romania, migliaia di operatori sociosanitari scioperano a tempo indeterminato per i bassi salari, mentre una nuova ondata di contagi si annuncia. Si teme che il fragile sistema sanitario pubblico non regga a una diffusione massiccia della variante Omicron. Secondo i dati ufficiali, nel paese solo il 40 per cento della popolazione è stato vaccinato.