This content is not available in your region

Ursula von der Leyen: "Mosca smorzi le tensioni. Pieno sostegno dell'Ue all'Ucraina"

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews - Ansa - AP
euronews_icons_loading
La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen saluta il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.
La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen saluta il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.   -   Diritti d'autore  Stephanie Lecocq/AP

Vicenda Russia-Ucraina in primo piano al vertice del Partenariato orientale con l'Unione europea, che si è tenuto a Bruxelles.

I leader europei si sono incontrati con i capi di stato di governo di cinque ex repubbliche sovietiche (Ucraina, Azerbaigian, Armenia, Georgia e Moldavia) con l'obiettivo di approfondire i legami politici, commerciali, energetici e culturali.

Una poltrona è stata simbolicamente lasciata vuota per la Bielorussia, dopo che Minsk - dal 28 giugno 2021 - ha sospeso unilateralmente la partecipazione all'accordo con Bruxelles, in seguito alle sanzioni Ue contro il regime di Lukashenko.

Von der Leyen: "Pieno sostegno all'Ucraina"

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha chiesto a Mosca di alleggerire la tensione, anche militare, al confine ucraino.

La dichiarazione di Ursula von der Leyen:
"Abbiamo invitato la Russia a smorzare la tensione e ad astenersi da qualsiasi ulteriore atto aggressivo. Abbiamo assicurato all'Ucraina il nostro fermo sostegno e impegno alla sua sovranità e alla sua integrità territoriale".

"Non ci dovrebbero essere dubbi sul fatto che l'Unione europea risponderà con fermezza a qualsiasi ulteriore aggressione contro l'Ucraina".
Ursula von der Leyen
63 anni, presidente Commissione europea
Aris Oikonomou/AP
Ursula von der Leyen durante la sua dichiarazione.Aris Oikonomou/AP

Ma il punto di riferimento è sempre Mosca...

Alla fine del vertice del Partenariato orientale è stata rilasciata una dichiarazione congiunta, garantendo relazioni più strette.

Per gli analisti esperti di geopolitica dell'Europa dell'Est, l'Ue può avere solo un successo limitato con le repubbliche ex-sovietiche, che vedono sempre e comunque in Mosca il loro faro di riferimento.

Stephanie Lecocq/AP
Ursula von der Leyen accoglie il primo ministro georgiano Irakli Garibashvili.Stephanie Lecocq/AP