This content is not available in your region

Ursula von der Leyen: "Ecco come uscire dalla crisi russo-ucraina"

Access to the comments Commenti
Di Efi Koutsokosta
euronews_icons_loading
Ursula von der Leyen: "Ecco come uscire dalla crisi russo-ucraina"
Diritti d'autore  Aris Oikonomou/AP

Tra diplomazia e sanzioni, l'Europa sta preparando la sua risposta a una potenziale incursione russa in Ucraina. Euronews ha parlato con la presidente della Commissione Ursula von der Leyen, mentre le tensioni ribollono ai confini orientali.

Altolà di Bruxelles a Mosca: "Se attacca l'Ucraina, subirà gravi conseguenze e costi enormi"

SERGEI SUPINSKY/AFP or licensors
Truppe dell'esercito ucraino in addestramento all'est del Paese (4 febbraio 2022)SERGEI SUPINSKY/AFP or licensors

Efi Koutsokosta, Euronews

Non vediamo alcun segno di de-escalation. Al contrario, Stati Uniti e Russia stanno ammassando truppe da entrambe le parti. La diplomazia ha fallito e l'Europa si sta avviando verso una guerra?

Ursula von der Leyen, Presidente Commissione UE

Non dovremmo mai rinunciare a lavorare sulla diplomazia. La Russia ha creato questa crisi, facciamo di tutto affinché la diplomazia e il dialogo abbiano successo. Ma siamo anche molto chiari sul fatto che nel caso in cui ci sia un'ulteriore aggressione militare della Russia contro l'Ucraina, ciò avrà gravi conseguenze e costi enormi per la Russia. Abbiamo preparato un pacchetto di sanzioni molto solido e completo.

Nuove sanzioni in cantiere: limitato accesso a tecnologie cruciali e mercati finanziari

Euronews

Puoi dirci di più su questo pacchetto di sanzioni?

Ursula von der Leyen

Limiterebbe l'accesso della Russia ai mercati finanziari della UE. E limiterebbe l'accesso della Russia a beni e tecnologie cruciali di cui ha bisogno e che non possono essere facilmente forniti e sostituiti, deve essere nell'interesse della Russia diminuire l'escalation.

**"Accordo con Biden. Pronti a contrastare il contraccolpo energetico" **

BRENDAN SMIALOWSKI/AFP
La presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, con il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, al G20 di Roma il 31 ottobre scorsoBRENDAN SMIALOWSKI/AFP

Euronews

L'Europa può davvero permettersi di imporre sanzioni che metterebbero a rischio le sue forniture energetiche?

Ursula von der Leyen

Sarebbe davvero una situazione grave. Ma abbiamo fatto il nostro dovere e stiamo lavorando intensamente per prevenire ed essere preparati a una tale situazione. Ho creato una partnership per la sicurezza energetica con il presidente Biden, la prossima settimana ci sarà un vertice su questa sicurezza energetica e ovviamente ho parlato con molti diversi fornitori di GNL in tutto il mondo che sono molto interessati a colmare il divario che la Russia lascerebbe.

Euronews

Vorrei chiederle dell'UE come blocco coeso. Vediamo i singoli Stati membri prendere iniziative. Ad esempio, il primo ministro ungherese ha visitato Mosca e il presidente Putin e ha descritto pubblicamente le richieste russe come ragionevoli e le sanzioni inutili. Allora, qual è la leva che l'UE ha in questa fase, in questa crisi globale?

Ursula von der Leyen

C'è unità e allineamento molto forte all'interno dell'UE... e per quanto riguarda l'Ungheria, finora hanno sempre sostenuto le sanzioni contro la Russia e hanno annunciato che, ovviamente, manterrebbero l'unità con l'UE se fosse necessario agire.