This content is not available in your region

Summit Biden-Putin in videoconferenza: "Forti sanzioni economiche per Mosca, se..."

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews World
Putin e Biden in videoconferenza.
Putin e Biden in videoconferenza.   -   Diritti d'autore  Screenshot video

Summit in videoconferenza tra Washington e Sochi.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden nella Situation Room della Casa Bianca e il presidente russo Vladimir Putin nella sua residenza sul mar Nero: si sono incontrati virtualmente per affrontare una serie di questioni sull'agenda Usa-Russia, a partire dalla vicenda-Ucraina.

In una dicharazione rilasciata dalla Casa Bianca, Biden ha espresso la profonda preoccupazione degli Stati Uniti e i suoi alleati europei per l'escalation di presenza di truppe della Russia (175.000 uomini, secondo fonti occidentali) vicino al confine ucraino e ha chiarito che gli Stati Uniti e gli alleati risponderanno con "forti sanzioni economiche" e di altro tipo in caso di ulteriore escalation militare.

Il presidente Biden ha ribadito il suo sostegno alla sovranità e all'integrità territoriale dell'Ucraina e ha chiesto una de-escalation e un ritorno alla diplomazia.

Biden ha ribadito il concetto di rapporto "stabile e prevedibile" che vorrebbe avere con il Cremlino.

In una dichiarazione del Cremlino, Putin sottolinea che la responsabilità non dovrebbe essere addebitata alla Russia, poiché è la NATO che starebbe facendo pericolosi tentativi di conquistare il territorio ucraino, costruendo il suo potenziale militare sui confini russi. 

Euronews
Andrey Kortunov durante il suo intervento.Euronews

L'analista Andrey Kortunov, Direttore generale del think-tank russo "International Affairs Council", intervistato da Euronews:
"Ci sono due linee rosse per la Russia. In primo luogo, una sorta di grande offensiva dell'esercito ucraino a est, sul territorio del Donbass, con un tentativo di prendere questo territorio o almeno di cambiare notevolmente l'equilibrio delle forze nel Donbass a loro favore. In secondo luogo - anche se tutti hanno capito che l'Ucraina non si unirà alla NATO nel prossimo futuro -, se si crea una tale opportunità, allora questa è la linea rossa che può provocare Mosca e portarla a intraprendere un'azione decisiva contro Kiev".

Dopo l'annuncio di fine novembre, di un possibile colpo di stato per l'1 e 2 dicembre, che non si è verificato, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in tenuta mimetica, ha visitato le sue truppe nella zona orientale del confine con la Russia.

Screenshot video
Il presidente Zelensky in tenuta mimetica.Screenshot video