This content is not available in your region

Premiati i documentari al Verziò Film Festival

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Un momento della premiazione al Verziò Film Festival
Un momento della premiazione al Verziò Film Festival   -   Diritti d'autore  frame da video Euronews

 Verziò Film Festival ospita per la 18esima volta, i premi per il **miglior documentario sui diritti umani. **Una giuria ha selezionato 64 film tra più di 500 che sono stati proiettati nei cinema di Budapest. E quest'anno, il festival avrà anche un seguito : i film di 35 paesi saranno infatti disponibili online per una settimana.

Questa edizione non è solo un festival, è anche un laboratorio dove i giovani documentaristi possono imparare i pro e i contro del business.

Quest'anno il premio per il miglior film straniero è andato ad Arica, un film sull'inquinamento ambientale. Una compagnia aurifera svedese, la Boliden, si è sbarazzata di 20.000 tonnellate di rifiuti nel deserto cileno per quasi 40 anni. Gli abitanti del villaggio vicino non sapevano di essere in pericolo. Facevano agricoltura e giocavano nella discarica. Fino a quando il cancro e i difetti di nascita non hanno avuto un picco. I registi hanno seguito la vita quotidiana degli abitanti per 15 anni.

Il miglior film ungherese è stato Colours of Tobi, che segue la ricerca di identità di un adolescente transgender in un povero villaggio ungherese.

Il miglior film nella categoria studenti e debuttanti è stato il diario di quarantena di Anna Artemjeva, Don't Hesitate to Come for a Visit, Mom, che racconta la storia di una famiglia distrutta da un'epidemia