This content is not available in your region

Controverse elezioni in Nicaragua con Daniel Ortega sempre candidato

Access to the comments Commenti
Di euronews e ansa
euronews_icons_loading
Controverse elezioni in Nicaragua con Daniel Ortega sempre candidato
Diritti d'autore  AP Photo

La vittoria del sandinista Daniel Ortega e della sua vicepresidente e consorte Rosario Murillo alla elezioni del Nicaragua è data per scontata ma intanto gli osservatori internazionali si dividono. Gli inviati russi a Managua hanno parlato di un processo di voto sostanzialmente corretto mentre dalla Casa Bianca il giudizio è fortemente negativo: in un comunicato si è parlato di elezioni "fasulle": così come il presidente Joe Biden avrebbe definito il voto in Nicaragua per scegliere il presidente e i membri del Congresso. Ortega e il Fronte sandinista hanno governato ininterrottamente per 14 anni.

Gli oppositori in esilio

 L'osservatorio Urnas Abiertas ha registrato una serie di irregolarità durante il voto con atti di intimidazione nei confronti degli oppositori. Nel frattempo nel vicino Costa Rica centinaia di nicaraguensi, che vivono in esilio, hanno protestato contro Ortega definendo una buffonata il voto di domenica in cui  4.4 milioni di nicaraguensi con più di 16 anni di età si sono recati alle urne per eleggere il presidente e 90 dei 92 i seggi del congresso. 

L'ostilità anche del Costa Rica

Il presidente del Costa Rica, Carlos Alvarado, ha annunciato via Twitter di non voler riconoscere le elezioni svoltesi  in Nicaragua. "A causa della mancanza di condizioni e garanzie democratiche - ha dichiarato - non riconosciamo le elezioni nicaraguensi. Chiediamo al governo di liberare e ripristinare i diritti dei prigionieri politici, nonché alla comunità internazionale di promuovere il dialogo per recuperare la democrazia in Nicaragua. L'attesa dello spoglio non ha particolare significato, sostengono osservatori a Managua, perché la riconferma del presidente Daniel Ortega è ben più che probabile.