This content is not available in your region

Primo sì americano: verso il "mini vaccino" (una terzo della dose) per i bambini dai 5 agli 11 anni

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari
euronews_icons_loading
Primo sì americano: verso il "mini vaccino" (una terzo della dose) per i bambini dai 5 agli 11 anni
Diritti d'autore  AP/AP

Si al vaccino Pfizer/BionTech per i bambini dai 5 agli 11 anni.

Parere favorevole da parte di un gruppo di esperti consulenti del governo americano.
La Food and Drug Administration (FDA) prenderà una decisione definitiva il 1° novembre.

In caso di autorizzazione, gli Stati Uniti diventeranno il primo paese occidentale a vaccinare i bambini contro il Covid.

La decisione americana potrebbe influenzare altri paesi sulla strada della vaccinazione per i bambini.

Nei giorni scorsi, Pfizer/BionTech ha pubblicato i suoi dati sui bambini tra i 5 e gli 11 anni, dopo una sperimentazione condotta su 2.000 partecipanti.
Secondo la casa farmaceutica, il suo vaccino è efficace al 90,7% e sarebbe stato in grado di generare una forte risposta immunitaria, paragonabile ai livelli di anticorpi osservati in studi precedenti su soggetti di età compresa tra i 16 e i 25 anni.
Una risposta conseguita, tuttavia, con una dose di 10 microgrammi di vaccino, un terzo di quella somministrata ai più grandi e agli adulti.
Per i bambini dai 5 agli 11 anni, quindi, potrebbe bastare una "mini" dose di vaccino.

Anche Moderna ha presentato i dati del proprio vaccino sui bambini dai 6 agli 11 anni.