This content is not available in your region

Tragedia sul set di "Rust": Alec Baldwin uccide la direttrice della fotografia

Access to the comments Commenti
Di Cinzia Rizzi  Agenzie:  ANSA, AFP
euronews_icons_loading
Alec Baldwin in una foto d'archivio
Alec Baldwin in una foto d'archivio   -   Diritti d'autore  John Minchillo/Associated Press

Una tragedia ha segnato le riprese del nuovo film di Alec Baldwin "Rust". Una donna è morta per un colpo d’arma da fuoco sul set al Bonanza Creek Ranch, nel New Mexico, e un uomo è rimasto ferito. Ad aver sparato, come confermato dalla polizia, è stato proprio il 63enne attore hollywoodiano, che è anche produttore della pellicola western.

Secondo una prima ricostruzione, durante le riprese della sequenza di una sparatoria, l'arma di scena nelle mani di Baldwin ha subito un malfunzionamento e ha sparato. La produzione ha assicurato che l'arma era stata caricata a salve. La polizia sta interrogando i presenti, ma nessuna accusa è stata presentata e nessun arresto è stato eseguito al momento.

La vittima è Halyna Hutchins, la 42enne direttrice della fotografia, trasportata in elicottero all'ospedale di Albuquerque, dove è deceduta. L'altra persone ferita è il 48enne regista Joel Souza, ricoverato in un ospedale di Santa Fe. È stato poi dimesso nella notte.

Il precedente di Brandon Lee

Nel marzo 1993, l'attore e figlio d'arte Brandon Lee morì sul set del film "Il corvo" dopo essere stato colpito allo stomaco durante una scena. La pistola usata per sparare al 27enne doveva contenere solo cartucce a salve, ma sparò un proiettile calibro 44 che si era inceppato nella canna e che era stato spostato dalla detonazione della cartuccia a salve. Il procuratore incaricato dell'inchiesta concluse che si trattò di negligenza.