ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Londra verserà a Parigi i fondi per contrastare i migranti nella Manica

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Londra verserà a Parigi i fondi per contrastare i migranti nella Manica
Diritti d'autore  Alastair Grant/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Non sarà un problema di soldi: Londra annuncia che verserà le somme che deve a Parigi per le azioni di contrasto all'immigrazione irregolare nel canale della manica. Lo ha detto ai giornalisti Damian Hinds, ministro per la sicurezza delle frontiere, aggiungendo che sarà al massimo questione di qualche settimana.

Ma non solo di soldi si tratta. Sabato scorso il ministro francese dell'Interno, Gerald Darmanin, in visita alle forze impegnate nel canale della Manica, aveva rivendicato il versamento dalla Gran Bretagna di 62.7 milioni di euro per il 2021-2022. Fondi necessari, secondo Parigi, per mantenere il dispositivo di controllo in mare.

Per Pierre-Hemri Dumont, deputato di centrodestra eletto nel Pas-de-Calais, chiarisce che "il problema è come fermare queste traversate. Qualcosa che richiede più controlli, come già avviene al porto e al tunnel della Manica. Richiede più personale e più strumenti sulle coste, ed è necessario che il Regno Unito liberi i fondi per finanziare tutte le attrezzature tecnologiche: le telecamere termiche, i droni termici, i mezzi di spostamento motorizzati e veloci nelle dune, se si vogliono fermare le partenze".

Nonostante la promessa di usare il pugno di ferro da parte dei britannici, le traversate del canale su imbarcazioni di fortuna sono in costante aumento. Domenica, 342 persone, tra le quali due in stato di ipotermia e un ferito, sono state soccorse al largo di Pas-de-Calais. Il giorno prima la guardia costiera britannica ha intercettato 1115 migranti. Secondo una stima da gennaio oltre 17000 migranti sono riusciti a entrare nel Regno Unito, più del doppio di tiutto il 2020.