ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sudafrica in controtendenza, leoni in aumento (rispetto al resto del mondo)

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  Esteban Felix/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Questi ranger e ricercatori sono intenti a conteggiare tutti i predatori, in particolare i leoni, e usano vari metodi per attirarli.

Si tratta del censimento annuale nella riserva naturale di Balule, nella provincia settentrionale del Limpopo, in Sudafrica.

"Serve per contare i predatori - dice Ian Nowak, capo guardiano della riserva naturale di Balule - perché è complicato contarli da un elicottero con un censimento aereo: si nascondono sotto gli alberi ed è difficile".

Lewis Joly/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
AP PhotoLewis Joly/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Vent'anni fa, questo era un terreno agricolo quasi senza leoni: col censimento dell'anno scorso, ne sono risultati ben 156, in controtendenza ai dati mondiali, poiché la popolazione leonina è diminuita del 43% negli ultimi 20 anni.

Il segreto pare sia nel loro habitat: quando Balule e i paesi limitrofi hanno abbattuto i loro recinti, si è giunti a un sistema aperto che unisce diversi parchi, dal famoso Kruger National Park ad altre aree del Mozambico, a 100 km di distanza.

Il risultato è un'enorme area faunistica grande quasi quanto il Belgio.