ULTIM'ORA
This content is not available in your region

I talebani ridisegnano il volto dell'Afghanistan

Access to the comments Commenti
Di Anelise Borges da Kabul
euronews_icons_loading
La nostra inviata Anelise Borges a Kabul
La nostra inviata Anelise Borges a Kabul   -   Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

I talebani stanno lavorando per cambiare il volto dell'Afghanistan, mentre a parole predicano di non essere più quelli degli anni 90. Qui siamo a Kabul dove è stato dato ordine di cancellare i murales colorati con i messaggi di pace e speranza per far posto ai versetti coranici. Ma certo gli slogan non basteranno per governare il Paese e i talebani lo sanno bene. Devono conquistare la fiducia della comunità internazionale per ottenere di nuovo gli aiuti che coprivano il 30 percento del budget del paese, il 90 percento dei salari pubblici. Soldi senza i quali l'Afghanistan non può andare avanti.

E devono ancora vincere la diffidenza degli afghani, che non sono convinti della bontà dei talebani 2.0.

Euronews
La fila per ritirare i soldiEuronews

Di fronte a questa banca a Kabul, si fa la fila per ritirare 20mila afghani, la moneta locale, pari a 200 dollari, il massimo consentito. Le riserve della banca afghana sono per il momento congelate nelle mani degli Stati Uniti.

I metodi dei talebani sono poco ortodossi. Ecco come controllano la fila, urlando e picchiando le persone con dei bastoni.

Euronews
Un fermo immagine del bastone usato dai talebani per mantenere ordine davanti alle bancheEuronews

Stanno cercando di farli stare seduti mentre stanno in fila. Cercano in qualche modo di controllare la situazione. Molti hanno difficoltà ad avere contanti.

Ma il modo in cui cercano di gestire la situazione fa male agli occhi.

Euronews
Anelise Borges con il comandante talebanoEuronews

La nostra inviata a Kabul, Anelise Borges, ha parlato con un comandante talebano e gli ha chiesto se comprendono le paure degli afghani e come pensano di rispondere ai loro bisogni.

"Gli afghani non hanno paura dei talebani, perché i talebani sono cresciuti in mezzo alla gente, sono i figli di questo Afghanistan - dice Qari Karimullah Sajid, comandante talebano della provincia di Logar - Quelli che hanno paura sono i criminali".

Il comandante talebano assicura che chi ha lavorato con il precedente governo o con le truppe straniere è stato perdonato, promette che tutti avranno un posto nel prossimo governo, comprese le donne. Anche se non staranno ai vertici.

Anelise Borges: Perché? Perché non possono stare al vertice? Perché non possono avere lo stesso potere che hanno gli uomini?

Qari Karimullah Sajid: "Non conosco esattamente quale sia la politica dell'Emirato, ma quello che posso dire a titolo personale è che per ragioni di sicurezza le donne non possono stare ai vertici del governo per il momento, la situazione del Paese si è deteriorata negli ultimi 20 anni, ma forse nel futuro, potranno stare nei piani alti".

I talebani dovranno cancellare il passato per scrivere il loro emirato islamico ed è quello di cui gli afghani sono preoccupati. Adesso sono loro a scegliere quale sarà il nuovo volto dell'Afghanistan.

(traduzione e voce di Eloisa Covelli)