ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Si torna a scalare il Monte Fuji. La montagna sacra off-limits per il Covid

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Monte Fuji
Monte Fuji   -   Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

E’ considerata la montagna sacra del Giappone. Ma il Covid non ha risparmiato neppure le escursioni ad alta quota sul Monte Fuji). Ora a distanza di un anno e mezzo si torna a scalare le vette di una delle rare meraviglie naturali del mondo. Un gruppo di 100 alpinisti si è ritrovato sulla vetta del monte vulcano, ricoperta di ghiaccio e neve. Per ammirare il paesaggio all’alba.

C’è chi è alla prima escursione e si dice emozionato e commosso nel vedere sorgere il sole dal Monte Fuji. C’è qualcosa di magico e divino, fa notare una giapponese. “Sembra l’inizio di qualcosa di nuovo, l’alba di nuove opportunità per tutto il mondo.”

Con i suoi 3776 metri il Monte Fuji è un vulcano che domina con la sua sommità perennemente innevata il Paese del Sol Levante. La montagna considerata sacra dai giapponesi, è circondata da templi e santuari. L'ultima eruzione documentata risale al 1707 e terminò il 1º gennaio dell'anno successivo. Da allora è in fase di quiescenza o inattività.

euronews
Monte Fujieuronews

Il Monte Fuji e le sue leggende

Più che una montagna è un vero e proprio simbolo. Molte le leggende, quella più celebre racconta di un'appassionata storia d'amore che riguardava una vecchia coppia che viveva ai piedi del Sacro Monte Fuji. I due non avevano figli e pregavano tutti i giorni, finché l’anziano uomo trovò, tra le canne di bambù, un cestino di vimini con una neonata, che sembrava scesa proprio dalla cima della montagna come dono della divinità. Venne chiamata Principessa Gloria e, crescendo, divenne una bellissima donna.

La fanciulla sposò il governatore ma, quando i due anziani genitori morirono, confessò al marito che in realtà era la Dama Immortale del Monte Fuji scesa sulla terra solo in risposta alle preghiere dei due cari vecchi. Con la morte di costoro non era più legata alla terra ma doveva tornare sulla vetta da dove proveniva. Per consolarlo, decise di donargli uno specchio, nel quale il governatore avrebbe potuto vederla ogni volta che ne avesse avuto il desiderio. L’uomo era sconvolto e tentò inutilmente di seguire la sua bella moglie. Ma ad un certo punto lo specchio si ruppe, andando in fiamme. Ecco spiegato secondo il mito il motivo per cui dal Fuji di tanto in tanto si vede spuntare il fumo, essendo un vulcano dormiente.