EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Giappone: scontro tra elicotteri militari, un morto e sette dispersi

Elicottero giapponese
Elicottero giapponese Diritti d'autore AP/The official website of the Japan Maritime Self-Defense Force
Diritti d'autore AP/The official website of the Japan Maritime Self-Defense Force
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tragico incidente al largo delle coste del Giappone. Due elicotteri militari si sarebbero scontrati durante un'esercitazione. Una persona è morta, altre sette risultano disperse. Impiegate decine di navi e aerei per le ricerche

PUBBLICITÀ

Due elicotteri della Marina giapponese che trasportavano otto membri dell'equipaggio si sono schiantati nell'Oceano Pacifico a sud di Tokyo durante un volo di addestramento notturno, dopo essersi probabilmente scontrati l'uno con l'altro. Lo ha detto domenica il ministro della Difesa Minoru Kihara.

Un membro dell'equipaggio recuperato dalle acque è stato poi dichiarato morto, mentre i soccorritori sono alla ricerca di altri sette dispersi. Impiegate 12 navi da guerra e sette aerei da parte della Marina e dell'Aeronautica giapponese, oltre a motovedette della Guardia Costiera.

Da chiarire le cause dell'incidente tra i due elicotteri giapponesi

I due elicotteri SH-60K della Forza di autodifesa marittima trasportavano quattro membri dell'equipaggio e hanno perso il contatto alla fine di sabato vicino all'isola di Torishima, a circa 600 chilometri a sud di Tokyo, ha aggiunto il ministro.

La causa dell'incidente non è stata resa nota immediatamente, ma gli ufficiali ritengono che i due elicotteri si siano "molto probabilmente" scontrati tra loro prima di precipitare in acqua. Il capo di stato maggiore della Marina, l'ammiraglio Ryo Sakai, ha detto che gli addestramenti saranno sospesi fino a quando non sarà determinata la causa dell'incidente e non saranno adottate misure preventive.

I soccorritori hanno recuperato un registratore di dati di volo, una pala di ciascun elicottero e frammenti che si ritiene provengano da entrambi gli elicotteri nella stessa area, segno che i due SH-60K volavano vicini l'uno all'altro. Le autorità analizzeranno i dati di volo per cercare di determinare le cause dell'incidente.

L'ambasciatore statunitense in Giappone Rahm Emanuel ha dichiarato in un messaggio su X che gli Stati Uniti si sono offerti di aiutare nella ricerca e nel salvataggio. "Staremo insieme, fianco a fianco, con il nostro amico e alleato, il Giappone. I miei pensieri sono rivolti ai membri dell'equipaggio, alle loro famiglie e ai loro amici in questo momento difficile", ha scritto.

Operazione solo giapponese, non erano coinvolti partner internazionali

Gli elicotteri, bimotori multimissione sviluppati da Sikorsky e noti come Seahawk, sono stati modificati e prodotti in Giappone da Mitsubishi Heavy Industries.  l velivolo SH-60K viene solitamente impiegato sui cacciatorpediniere per la guerra antisommergibile, ma anche per la ricerca e il salvataggio e altre missioni. Il Giappone possiede circa 70 elicotteri modificati.

L'addestramento di sabato coinvolgeva solo la marina giapponese e non faceva parte di un'esercitazione internazionale, hanno dichiarato i funzionari della difesa. Non sono stati avvistati aerei o navi da guerra straniere nell'area.

L'incidente arriva un anno dopo che un UH-60 Blackhawk della Forza di autodifesa terrestre si è schiantato al largo dell'isola giapponese sudoccidentale di Miyako, a causa di un problema all'uscita del motore noto come "rollback", lasciando tutti i 10 membri dell'equipaggio morti, il che ha scioccato la nazione. Nel 2017, un SH-60J della Marina giapponese, un Seahawk di precedente generazione, si è schiantato durante un addestramento di volo notturno al largo di Aomori a causa di un errore umano.

L'incidente di sabato e la possibile collisione hanno anche ricordato un addestramento notturno del 2021 al largo dell'isola meridionale di Amamioshima, dove due SH-60 hanno avuto una collisione minore, riportando entrambi danni alle pale, ma senza causare feriti.

In seguito a quella collisione, la Marina ha introdotto una serie di misure preventive. Sakai ha detto che l'incidente di sabato avrebbe potuto essere evitato se tutte queste misure fossero state adeguatamente seguite.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Giappone, razzo esplode pochi secondi dopo il lancio: il Kairos era dell'azienda privata Space One

Giappone: perdita di acqua radioattiva nella centrale di Fukushima

Giappone: asta record per il tonno dalla pinna blu, venduto per oltre 780mila dollari