ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Intervista esclusiva con la presidente della Commissione Europea

Di Jack Parrock
euronews_icons_loading
Intervista esclusiva con la presidente della Commissione Europea
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Una ritrovata unità dopo le divisioni dell'era Trump, la necessità di un fronte unito nelle relazioni con Cina e Russia, e, infine, il rispetto del protocollo Brexit a cui non sfugge la questione dell'Irlanda del Nord: su questi temi Euronews ha incontrato in esclusiva la presidente della Commissione Ursula von der Leyen in margine al G7 nel Regno Unito.

Una nuova stagione di fiducia

"Ritorna la fiducia nel G7. Condividiamo stesse opinioni. Condividiamo gli stessi interessi, gli stessi valori e siamo determinati ad assumerci la nostra responsabilità per dare forma alla trasformazione che dobbiamo affrontare per una società e un'economia più verdi e digitali. Sono questi gli aspetti di base - ammette Ursula von der Leyen davanti alle telecamere di Euronews .

- Ma riguardo alla Cina...state annunciando un progetto infrastrutturale concorrenziale fra i paesi del G7 per competere con l'iniziativa cinese Belt and Road che ha implementato il Nord Africa, l' America Latina e non solo per cercare di piazzare i loro prodotti. Può dirci esattamente di che si tratta, rischiamo di inimicarci la Cina? Ha domandato il nostro inviato Jack Parrock.

"Abbiamo discusso intensamente dell'importanza di portare avanti questa iniziativa di connettività per assicurarci di avere il modello migliore e più convincente - in quanto espressione della maggiore potenza economica cioè il G7 - è per noi importante convincere i nostri partner: con noi l'investimento arriva senza contropartite e vincoli come quelli cinesi ": ribatte von der Leyen.

- Siamo nel Regno Unito - precisa Parrock - c'è ancora una disputa piuttosto rilevante tra il governo britannico e l'UE sul dossier dell'Irlanda del Nord, che ha offuscato un po' alcune delle discussioni che ci sono state qui. Fino a che punto l' Unione potrà rinunciare a convincere i partner britannici ad attenersi all'accordo per trovare nuove soluzioni?

"Fondamentali per noi sono pace e stabilità sull'isola d'Irlanda col rispetto per l'Accordo del Venerdì Santo. Abbiamo mostrato molta flessibilità. Ci aspettiamo che i nostri amici britannici dimostrino la stessa flessibilità; noi andiamo loro incontro attuando quanto concordato. È l'unica soluzione per risolvere i problemi legati a una Brexit sull'isola d'Irlanda. Ed è una buona soluzione. Quindi adesso dobbiamo andare avanti", conclude Ursula von der Leyen.