ULTIM'ORA
This content is not available in your region

EURO2020: tutto quello che c'è da sapere su Italia-Turchia di stasera

 Gianluigi Donnarumma e Giorgio Chiellini si congratulano e durante la partita di calcio di qualificazione ai Mondiali 2022 gruppo c tra Italia e Irlanda del Nord
Gianluigi Donnarumma e Giorgio Chiellini si congratulano e durante la partita di calcio di qualificazione ai Mondiali 2022 gruppo c tra Italia e Irlanda del Nord   -   Diritti d'autore  Massimo Paolone/LaPresse
Dimensioni di testo Aa Aa

Con un anno di ritardo rispetto alla data prevista, il campionato europeo di calcio prende le mosse con l'Italia che incontra in casa, allo Stadio Olimpico di Roma, la nazionale turca, nella partita di apertura dell'Euro.

Se per stasera avete intenzione di guardare la partita, ecco cosa c'è da sapere.

Gli equilibri di forze

L'Italia è favorita per la vittoria di questa partita e alcuni credono sia anche tra i contendenti per il titolo finale. Gli azzurri si sono profondamente trasformati dopo aver clamorosamente mancato - per la prima volta in 60 anni - l'appuntamento con la Coppa del mondo in Russia del 2018.

Gli azzurri restano imbattuti dal settembre di quell'anno e hanno vinto tutte i 10 match per la qualificazione all'Europeo, salendo così al settimo posto nella classifica FIFA. Tuttavia, gli occhi sono puntati sull'attaccante Ciro Immobile, che con la nazionale non è apparso altrettanto in forma che con la maglia della Lazio

La squadra turca, classificata al 29° posto nel ranking FIFA, viene ritenuta da alcuni analisti come una possibile rivelazione a sorpresa nel campionato. La squadra è stata la più solida sul difensivo durante le qualificazioni, incassando solo tre gol. La linea di difesa è composta da Kabak (Liverpool), dallo juventino Demiral, da Soyucu (Leicester) e Celik (Lille). Davanti, tutti gli occhi saranno puntati su un altro fuoriclasse del campionato francese, Burak Yılmaz, che si è mostrato in gran forma con il LOSC.

Duello tra allenatori

La rinascita della nazionale italiana è in gran parte merito dell'allenatore Roberto Mancini, il cui obiettivo era quello di "rendere i nostri tifosi di nuovo felici e appassionati", offrendo uno schema più aereo rispetto al blocco tattico che tipicamente caratterizza la squadra. "In secondo luogo - ha spiegato Mancini - volevamo dare ai nostri giocatori una mentalità vincente".

L'ex allenatore dello Zenith e del Manchester City non ha esitato ad attingere alle giovanili per costruire una squadra definita di classe "baby-boom", con grandi speranze riposte in Nicolò Barella, Federico Chiesa e Gianluigi Donnarumma.

La squadra turca, nel frattempo, è ancora una volta sotto la guida di Senol Guenes, l'uomo che, in una sorpresa memorabile, riuscì a portare la Turchia alle semifinali della Coppa del Mondo 2002. "È una partita tra due squadre forti e penso che la Turchia possa vincere", ha detto l'ex portiere e allenatore del Besiktas poco prima della partita.

La partita nella partita

Il portiere italiano Gianluigi Donnarumma senza dubbio terrà d'occhio il playmaker turco Hakan Çalhanoğlu. Entrambi hanno goduto di una stagione da fuoriclasse con l'AC Milan. Donnarumma, succeduto al leggendario Gianluigi Buffon, è stato individuato per unirsi al Paris-Saint Germain, come pure Hakan. Quest'ultimo, dopo una bella stagione (4 gol e 9 assist), ha rifiutato un'offerta allettante dal Qatar e ha deciso di prolungare la sua permanenza al Milan.

Evento storico

Stephanie Frappart è stata la prima donna ad arbitrare una partita di Champions League l'anno scorso. Stasera, essendo la prima ad essere scelta per una partita dell'Europeo maschile, farà il bis.

Frappart è stata nominata ieri come quarto arbitro e officerà dalla panchina. La partita sarà arbitrata dall'olandese Danny Makkelie.