ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Pasqua, le eccezioni fanno la regola: non ci si sposta

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Pasqua, le eccezioni fanno la regola: non ci si sposta
Diritti d'autore  Gregorio Borgia/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Italia blindata nei tre giorni delle feste di Pasqua: su tutto il territorio è stata decretata la zona rossa con l'obbligo di restare a casa. È possibile uscire, ma solo due adulti con bambini sotto i 14 anni o con persone a carico. Si tratta dello stesso numero di persone che può essere ricevuto a casa, esclusivamente nello stesso comune.

È consentito viaggiare all'estero, ma sino al 6 aprile chi rientra da un Paese dell'Unione europea deve sottostare a una quarantena di 5 giorni e a un successivo test Covid.

Misure drastiche anche in Germania, sfociate in una crisi di fiducia nei confronti del governo. Il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier ha ammesso che "sono stati commessi errori'' per quanto riguarda i test, le soluzioni digitali e le vaccinazioni, ma ha aggiunto che il Paese deve procedere unito.

"La fiducia, in una democrazia, si basa su un'intesa molto fragile tra i cittadini e lo Stato: tu, Stato, fai la tua parte, io, cittadino, faccio la mia", ha detto Steinmeier.

Vigilanza rafforzata anche su tutto il territorio francese per 4 settimane. Si stringono le maglie ma sino a lunedì sera saranno possibili gli spostamenti interregionali prima dell'ulteriore sforzo di contenimento. Dopo le festività arriveranno le restrizioni, che si estenderanno a tutti i dipartimenti: le imprese giudicate non essenziali dovranno abbassare le serrande, gli spostamenti saranno limitati a 10 km, e - per la prima volta dal confino della primavera 2020 - gli asili e le scuole chiuderanno per tre o quattro settimane.