EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Vertice dei ministri degli Esteri Ue a Bruxelles: i rapporti con Turchia e Russia in cima all'agenda

Vertice dei ministri degli Esteri Ue a Bruxelles: i rapporti con Turchia e Russia in cima all'agenda
Diritti d'autore Olivier Hoslet/AP
Diritti d'autore Olivier Hoslet/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I 27 capi delle diplomazie faranno il punto su vari dossier in vista del Consiglio europeo di fine settimana

PUBBLICITÀ

Le relazioni con la Russia e la Turchia sono al centro del vertice tra i 27 ministri degli Esteri dell'Unione europea a Bruxelles. Una riunione che si annuncia lunga e densa, come sottolineato anche dall'Alto rappresentante Josep Borrell, e che preparerà il terreno al Consiglio europeo in programma giovedì e venerdì.

"All'ordine del giorno abbiamo principalmente il rapporto con la Russia, che sarà discusso nel Consiglio europeo alla fine di questa settimana. Abbiamo preparato un rapporto su cui i ministri faranno il punto per preparare il Consiglio", ha detto Borrell.

Tra gli altri argomenti si parlerà anche di "vicinato Sud, un tema importante, per spingere e migliorare i nostri rapporti" con i Paesi della sponda del Mediterraneo ha indicato Borrell, ma anche della situazione in Etiopia, "in deterioramento".

Una delle prime iniziative adottate dai 27, riuniti in presenza, è il via libera a misure restrittive per quattro ufficiali cinesi della regione dello Xinjiang per le violazioni dei diritti umani sulla minoranza musulmana degli uiguri.

Nei giorni scorsi Pechino aveva minacciato ritorsioni, ma il dialogo tra l'Ue e la Cina prosegue. I ministri degli Esteri dell'Ue hanno approvato anche le sanzioni per undici alti ufficiali birmani coinvolti nel colpo di stato e nella repressione violenta dei manifestanti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mar Baltico: la revisione dei confini marittimi, "provocazione deliberata" del Cremlino

Ucraina: a Kharkiv morti e feriti, centrale nucleare di Zaporizhzhia rimasta con una linea elettrica

L'Estonia teme operazioni ibride russe: in aumento i casi di spionaggio e guerra elettronica