ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La riapertura dei musei italiani dopo tre mesi di chiusura per Covid

Di Euronews
euronews_icons_loading
Musei aperti
Musei aperti   -   Diritti d'autore  Euronews - Rai
Dimensioni di testo Aa Aa

88 giorni senza arte e cultura, se non virtuale: un'eternità per le istituzioni museali italiane, rimaste chiuse al pubblico sulla base della divisione territoriale per fasce colorate anti Covid-19.

Ora diversi musei italiani sono tornati ad accogliere i visitatori, anche se in modo contingentato e nel più rigoroso rispetto delle norme anti contagio.

In seguito all’ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza, dal 1° febbraio è arrivato il via libera per i luoghi della cultura in tutte le regioni gialle, musei ancora fermi, invece, nelle regioni arancioni, cioè Puglia, Umbria e Sardegna.
Le aperture vanno dal lunedì al venerdì, con orari e modalità d'accesso da consultare sui siti internet.

A Roma si registra già un immediato flusso di visitatori al Colosseo e ai Musei Vaticani.
Per le gallerie pontificie è stata la chiusura più lunga dai tempi della seconda guerra mondiale.

A Milano, inoltre, è stata decisa la proroga fino al 2 maggio 2021 per la mostra “Tiepolo. Venezia, Milano, l’Europa”: la chiusura era stata disposta pochi giorni dopo l’inaugurazione.

A Torino, invece, riapertura e ingresso gratis sino al 5 febbraio per il Museo Egizio.