ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Tutte le principali ipotesi di soluzione della crisi di governo

Access to the comments Commenti
Di Paolo Alberto Valenti
euronews_icons_loading
Cerimonia ufficiale al Quirinale, Roma
Cerimonia ufficiale al Quirinale, Roma   -   Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Tutti sperano che la crisi politica in Italia si risolva alla velocità della luce, vista la molto difficile congiuntura internazionale e la situazione interna al paese che sta pagando un tributo altissimo al coronavirus e rischia una ripartenza economica in totale affanno.

Alla fine delle consultazioni del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con le forze politiche potrebbero aprirsi diversi scenari.

L'ipotesi più ovvia è quella di un nuovo incarico al premier uscente Giuseppe Conte che dopo aver accettato con riserva dovrebbe imbastire una nuova maggioranza senza i parlamentari di Italia Viva, cioè il gruppo di Matteo Renzi che uscendo dal governo ne ha decretato lo scioglimento.

La strategia di Conte alla prova del nove

In questo caso la strategia politica di Conte non sarà cambiata rispetto agli scorsi giorni in cui cercava già il sostegno da parlamentari centristi non facili da convincere. La grande incognita resta Matteo Renzi: accetterà eventualmente di rientrare in un governo rinnovato con sostanziali cambiamenti nei ministeri e con Conte ancora alla guida oppure accetterà di tornare ad appoggiare il governo solo con un cambio di passo e se ci sarà un altro premier al posto di Giuseppe Conte?

Ulteriore scenario

Il quarto scenario è un governo europeista con un nuovo premier. L’idea sarebbe quindi l'allargamento del sostegno parlamentare che imbarchi un pezzo della destra e cioè il partito di Silvio Berlusconi. Forza Italia in questo caso uscirebbe momentaneamente dall'opposizione di destra costituendo un esecutivo probabilmente litigioso. Ad opporsi a questo scenario sono però gli altri due leader della destra italiana cioè il leghista Matteo Salvini e Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia che in apparenza vogliono il voto a tutti i costi. Se nessuna soluzione sarà trovata al Presidente Mattarella non resterà che sciogliere le Camere e indire elezioni anticipate. Le consultazioni al Quirinale iniziano nel pomeriggio di mercoledì.

Le fibrillazioni economiche

Intanto secondo l'agenzia di rating Fitch la crisi politica che sta vivendo l'Italia "inasprisce i rischi di politica economica". "Le conseguenze della crisi politica non sono chiare", afferma Fitch, che ritiene "improbabili le elezioni anticipate". Tuttavia "l'avvento di un governo sostanzialmente più debole o una persistente incertezza politica potrebbe danneggiare le prospettive di crescita dopo la pandemia attraverso una strategia economica coerente". Il fallimento nell'implementare "una credibile strategia di crescita post-pandemica", compreso "l'efficiente uso dei fondi Next generation Ue, ridurrebbe la probabilità di una stabilizzazione e riduzione del rapporto debito/pil.