ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Affonda l'acquario di Genova

Di Euronews
euronews_icons_loading
Affonda l'acquario di Genova
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Anche l'acquario di Genova, uno dei più grandi d'Europa, risente del crollo del turismo. La struttura ha perso oltre 30 milioni di euro l'anno scorso, il 55% dei suoi ingressi. Il capoluogo ligure sta soffrendo come le sue strutture del calo di visitatori e anche gli animali al suo interno sembrano rendersi conto che qualcosa non va, come spiega una biologa: "Abbiamo notato che i piccoli pinguini in particolare, che normalmente interagiscono con i visitatori perché sono più curiosi (quindi gli adulti) hanno perso questo stimolo. Cerchiamo di rimediare interagendo con loro di più davanti al vetro".

Dai pinguini a delfini abituati a a interagire con i visitatori. Il personale cerca di non farli annoiare perché anche un animale potrebbe cadere in depressione da confinamento.

Così Erika Esposti, Supervisore Mammiferi Marini Acquario di Genova: "Dato che sono curiosi e hanno vasche con finestre molto grandi, gli animali notano chiaramente i cambiamenti nel traffico di personale e visitatori. Sia i bambini che i visitatori adulti interagivano con loro (prima che l'acquario fosse chiuso a causa della pandemia), così in questi giorni, non appena notano una nuova presenza umana, vanno subito a guardarsi intorno per vedere cosa stanno facendo ".

La regione Liguria ha stanziato per ora mezzo milione di euro e una serie di iniziative per riportare i turisti a Genova quando si tornerà a viaggiare. Per ora qui, come nel resto d'Italia, i numeri sono crollati e tutto il comparto è in ginocchio.