Firmata intesa commerciale Ue-Cina: un accordo che vale sette anni di negoziati

Firmata intesa commerciale Ue-Cina: un accordo che vale sette anni di negoziati
Diritti d'autore Johanna Geron/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Johanna Geron/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Di redazione italiana
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La marcia in più dell'auto elettrica metterà il bavaglio agli attivisti dei diritti umani? L'accordo deve essere ratificato dal parlamento europeo che batte molto sul rispetto dei diritti umani nella Repubblica popolare

PUBBLICITÀ

Ci sono voluti sette anni di negoziati, ma alla fine Unione europea e Cina hanno siglato l'accordo di investimento che aprirà le porte di grandi opportunità per le aziende dei due blocchi.

Le parti hanno concordato per il prossimo anno, misure coordinate contro la pandemia, azioni congiunte per la ripresa economica, l'accelerazione dello "sviluppo" green "e la promozione del multilateralismo, una fissa del presidente cinese.

 La Cina ritiene che l'accordo porterà a maggiori opportunità in tutti i settori, ma soprattutto in quelli del manifatturiero avanzato, dello sviluppo green e dei servizi. Il portavoce del ministero del Commercio Gao Feng, in una conferenza stampa dopo il completamento delle trattative durate 7 anni e con 35 round negoziali tra Pechino e Bruxelles, ha affermato che "la cooperazione economica e commerciale è servita come stabilizzatore delle relazioni tra Cina e Ue", rimarcando una "forte complementarietà" esistente tra le economie dei 27 Paesi che fanno parte dell'Ue e la Cina.

Diritti umani e auto elettrica

Un accordo che non sarà visto di buon occhio dalla nuova amministrazione americana, che sulla Cina non cambia rotta rispetto alla precedente. Più che mai convinta di voler far pressione su Pechino riguardo i diritti umani e commercio. L'accordo passerà al vaglio anche degli attivisti dei diritti umani, che denunciano senza sosta le mancanze cinesi, e passerà al vaglio del parlamento europeo;  e nell'emiciclo di Bruxelles la questione dei diritti umani non è di quelle trascurabili.

Resta che la Cina è il secondo partner commerciale dell'Unione e questa è la più grande partner commerciale per la Cina. Potrà la marcia in più che l'intesa darà al mercato dell'auto elettrica stoppare queste rivendicazioni?

Il messaggio cinese all'America di Biden

L'accordo annunciato oggi sugli  investimenti tra Cina e Unione Europea è un segnale sia di multilateralismo sia di benefici per tutti: è il messaggio di Pechino alla prossima amministrazione Usa a poche settimane dall'insediamento alla Casa Bianca di Joe Biden. La Cina, ha affermato ancora Gao Feng, "rimane impegnata nel nuovo paradigma di sviluppo e nell'espansione delle aperture. Vogliamo cooperare con tutte le parti, inclusi gli Stati Uniti per uno scenario di relazioni commerciali di benefici reciproci".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Borsa di New York annulla la decisione di rimuovere tre società cinesi

Diplomazie al lavoro, la Francia cerca la mediazione della Cina sulla guerra in Ucraina

L'Europa deve abbracciare il pragmatismo per rimanere rilevante nel Sud globale