EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Brasile: l'uccisione di un uomo di colore in un supermercato scatena le proteste

Images
Images Diritti d'autore AP
Diritti d'autore AP
Di Alberto De Filippis
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il gruppo Carrefour cerca di smarcarsi dalle accuse e interrompe i rapporti con l'azienda che forniva le guardie giurate. Proteste in Brasile

PUBBLICITÀ

La brutale uccisione di un uomo di colore per mano di due guardie di sicurezza bianche fuori da un supermercato ha suscitato indignazione in tutto il Brasile.

L'omicidio è avvenuto giovedì, alla vigilia del Black Consciousness Day, e questo ha stimolato le proteste contro il razzismo. Le riprese hanno mostrato Joao Alberto Silveira Freitas, 40 anni, ripetutamente preso a pugni in faccia dalle guardie in un negozio Carrefour a Porto Alegre.

Il gruppo Carrefour Brasile sul banco degli imputati cerca di smarcarsi dalle accuse

Ricardo Fernandez, membro di un collettivo per i diritti dei neri afferma: "Essere neri in Brasile significa che ti è stata rubata la tua umanità, ti sono stati rubati tutti i diritti, non hai l'opportunità di vivere in pace, hai il sistema di sicurezza progettato per averti come accusato, anche quando sei una vittima, sei il bersaglio di ogni proiettile che circola in questa città, non ci sono vittime collaterali quando muore un nero". 

I due uomini considerati autori dell'uccisione sono stati arrestati e la filiale brasiliana del gruppo di supermercati francesi Carrefour ha affermato di aver interrotto tutti i rapporti con la società di sicurezza che forniva le guardie.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Aborto, le donne brasiliane scendono in strada contro proposta di legge "criminalizzante"

Rio de Janeiro, la protesta contro la polizia: nel 2023 14 minori uccisi da proiettili vaganti

Pakistan: tre morti e venti feriti in un attacco durante una marcia per la pace