EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Covid-19: ospedali vicini alla saturazione a Parigi, a Mosca nuove restrizioni per due mesi

Covid-19: ospedali vicini alla saturazione a Parigi, a Mosca nuove restrizioni per due mesi
Diritti d'autore Armando Franca/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Armando Franca/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Francia ha registrato una media giornaliera di quasi 50mila nuovi contagi nell'ultima settimana. La capitale russa corre ai ripari: sospesi gli eventi pubblici, limitata la capienza di cinema e teatri

PUBBLICITÀ

Record di contagi negli Stati Uniti, più di 200mila nell'ultima giornata. Impennata delle vittime nel Regno Unito, oltre 500 in 24 ore per la prima volta da metà maggio. I numeri della seconda ondata continuano a crescere su entrambe le sponde dell'Atlantico.

La Francia ha registrato una media giornaliera di quasi 50mila nuovi contagi nell'ultima settimana. Nella regione di Parigi, stando alle autorità sanitarie locali, nove posti su dieci in terapia intensiva sono attualmente occupati. Un ospedale a Roubaix, nel nord del paese, ha cominciato a trasferire i pazienti in Germania.

La Romania è il Paese più colpito nei Balcani. Bucarest è il focolaio principale. Gli operatori sanitari hanno manifestato davanti alla sede del governo nella capitale. Accusano la classe politica di averli dimenticati e di non avere tenuto fede alle promesse di sostegno fatte al personale in prima linea.

"Il governo ha promesso aiuti finanziari e questa promessa non è stata rispettata - ha detto Leonard Barescu, presidente del sindacato Sanitas - si tratta di un sostegno molto importante per i nostri lavoratori. Alla fine le promesse erano solo grandi bugie".

Nelle ultime 48 ore la Russia ha avuto una media di oltre 20mila contagi giornalieri. A Mosca a metà agosto solo un tampone su 100 risultava positivo. Una percentuale che oggi ha superato il 7%. 

L'aumento dei casi nella capitale russa ha spinto il sindaco a imporre nuove restrizioni che entreranno in vigore venerdì. Sospesi fino al 15 gennaio eventi pubblici, esibizioni e mostre culturali; ristoranti, bar e altri locali non potranno servire i clienti dalle 23 alle 6; limitata al 25% la capienza di cinema, teatri e sale concerti; lezioni a distanza per università e istituti superiori.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Covid-19: cronache dalle corsie degli ospedali

Guerra in Ucraina: entrata in vigore la legge sulla mobilitazione, cosa prevede

Guerra in Ucraina: diecimila sfollati nella regione di Kharkiv