ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Stati Uniti: quali zone hanno votato più per Biden? E per Trump?

 Tous droits réservés
Tous droits réservés   -   Diritti d'autore  AP Photo/Noah Berger
Dimensioni di testo Aa Aa

Joe Biden sarà quasi certamente il prossimo presidente degli Stati Uniti, il 46esimo per la precisione; dopo aver vinto una storica elezione conclusa dopo diversi giorni di attesa. Per ora però Donald Trump e la sua squadra non ammettono la sconfitta. Al contrario. Il presidente uscente e il suo entourage stanno provando a intentare cause legali per cercare di ribaltare il risultato, che ritengono fraudolento, in stati-chiave come la Pennsylvania che avrebbe aperto le porte della Casa Bianca a Joe Biden.

Il blu delle città ...

Guardando più da vicino l'esito di questo sondaggio, la polarizzazione del voto è evidente. In generale, i centri urbani, anche negli stati meridionali, hanno votato per Joe Biden. Non sorprende che il candidato democratico ottenga le sue migliori prestazioni in California.

Si noti, tuttavia, che il conteggio è ancora in corso in molti stati. I risultati riportati di seguito si basano sugli ultimi dati dell'agenzia di stampa statunitense AP al 9 novembre.

In termini di voti espressi, il premio va alla contea di Los Angeles, dove l'ex vicepresidente di Barack Obama ha raccolto 2.609.329 voti, pari al 71,23% del totale dei voti espressi.

Anche la contea di Cook in Illinois, la seconda contea più popolosa degli Stati Uniti dopo Los Angeles e parte di Chicago, ha votato in modo schiacciante per Joe Biden, con 1.403.246 voti per il Democratico (73,11). %) e 487338 per Donald Trump.

Se ci concentriamo sulla percentuale dei voti espressi, il territorio che ha votato più democratico nel Paese è senza dubbio Washington DC, Joe Biden ha ricevuto ben 268.625 voti, contro i 15.075 di Donald Trump, vale a dire una percentuale del 93, 35% contro 5,24%

I punteggi più alti si vedono di nuovo negli stati tradizionalmente democratici come la California, con una menzione speciale per la contea di San Francisco che ha votato l'85,68% per Biden (354.224 voti per il Democratico e 51.289 per Trump.

Sempre sulla costa, la contea di Multnomah, Oregon, sede della città più grande dello stato, Portland, ha votato il 79,89% per il democratico (361.561 voti per Biden e 81.476 per Trump ).

In una delle altre grandi roccaforti democratiche, New York City, Joe Biden ha avuto particolare successo nell'omonima contea che corrisponde a Manhattan. Il (finora) presidente eletto ha ottenuto l'84,5% dei voti, con 377.600 schede a suo nome contro 65.001 per il suo avversario nato, lui, nel Queens, un altro distretto di New York.

... e il rosso della campagna

In considerazione della mappa dei risultati, il colore rosso è decisamente la maggioranza. Ma in realtà, lontano dai grandi centri urbani, la densità di popolazione è particolarmente bassa in molte contee, spesso geograficamente grandi. Donald Trump ha quindi, come nel 2016, sedotto un gran numero di abitanti di aree della sconfinata provincia USA e registra veri e propri plebisciti, in circoscrizioni scarsamente popolate e rurali.

Uno dei suoi record, se non il record, è stato stabilito nella contea di Roberts, in Texas, dove il repubblicano ha preso il 96,18% dei voti: 529 per lui e 17 per Biden. Stesso discorso per il Montana, nella contea di Garfield, dove l'attuale inquilino della Casa Bianca è in testa con il 96,18% dei voti.

Un altro esempio è il collegio elettorale leggermente più popoloso della contea di Winston in Alabama. Donald Trump ha ricevuto il 90,47% dei voti, ovvero 10.187 voti, contro i 974 del suo avversario democratico.

Un voto popolare storico

Il voto popolare ha battuto tutti i record quest'anno. Joe Biden ha raccolto almeno 75.404.589 voti mentre il suo avversario ha ricevuto almeno 70.903.774 voti espressi a suo nome Di conseguenza, il tasso di partecipazione è salito a oltre il 66%, che è anche un record in materia .

In confronto, nel 2016, quando è stato eletto Donald Trump, il candidato repubblicano è stato sconfitto da Hillary Clinton nel voto popolare. Se il repubblicano aveva materializzato la sua vittoria vincendo 304 elettori contro 227 per il suo rivale democratico, l'ex magnate immobiliare aveva ottenuto 62.984.828 voti contro 65.853.514 per la Clinton

Nel 2008, un precedente record di affluenza, Barack Obama ha vinto le elezioni presidenziali con 69.498.516 voti, contro 59.948.323 dell'avversario, il repubblicano John McCain.

Risorse addizionali per questo articolo • Edizione italiana: Alberto De Filippis